20.4.11

ITA Spirito Olimpico

Lo Stadio Olimpico o Nido d'uccello splende di metallo su un enorme spiazzo di pietra bianca: secondo me hanno studiato strategicamente il fatto che sia posizionato tra due fermate della metro, a 10 minuti a piedi da ognuna. Dopo aver salito le tre rampe di scale della metro e aver camminato tra folle di turisti e venditori ambulanti nell'enorme spiazzo di pietra, senza un albero a fare ombra o a frangere il vento, mentre gli altoparlanti pompano incessantemente l'inno olimpico Welcome to Beijing, aumentando il volume man mano che ci si avvicina, ecco, finalmente si arriva sotto il Nido, sudati ed impolverati: i cori del ritornello sembrano per te e guardando in controluce il palazzo a forma di torcia dell'IBM ci si sente per un attimo emozionati e sfiniti come l'ultimo tedoforo.


Ps. Al posto dell'assessore municipale al turismo, avrei previsto anche la consegna di una medaglia ricordo di latta a chi si presenta al Nido dopo aver sollevato sulle scale in salita e poi navigato tra la pazza folla un passeggino contenente una  bambina di otto chili e mezzo.

No comments:

Post a Comment

Si elemosinano commenti da chi ha un briciolo di tempo in piu'

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...