21.10.11

In aereo con il baby - Liquidi nel bagaglio a mano, latte e omogenizzati, cambio pannolino in aereo etc

Avvertenze: questo post e' tecnico e noioso, ma mi auguro di dare una risposta esauriente e chiara a chi si appresta per la prima volta a viaggiare con un bambino piccolo

Intanto, qualche informazione tecnica sul trasporto aereo con pargoli:

Sulle linee low costs i bambini sotto i 2 anni non hanno diritto al proprio bagaglio a mano, sulle linee normali a volte si e a volte no, quindi e' bene verificare prima di acquistare il biglietto sulle pagine informative dei siti delle compagnie aeree.
Su tutte linee low cost e normali e' possibile il trasporto gratuito del passeggino mentre alcune richiedono un sovrapprezzo per  il trasporto di altri oggetti quali seggiolino auto, lettino da viaggio, booster (alzaietta). Anche in questo caso e' necessario verificare le pagine informative dei siti  delle compagnie aeree. Ad esempio,Ryanair richeide un sovrapprezzo, mentre su Easyjet e' possibile portare gratuitamente un altro oggetto oltre al passeggino, a scelta tra seggiolino auto e lettino da viaggio.

Su alcunee linee non e' permesso l'acquisto di un sedile per il bambino minore dei due anni,
(Ryanair), quindi il bambino viaggia in braccio ad un adulto, munito di una cintura fornita dall'assistente di volo. Su altre linee e' permesso scegliere se tenere il bambino in braccio oppure acquistare un sedile separato (Easyjet, ma solo se si acquista tramite call center, e altre compagnie non low cost), in tal caso il bambino deve essere imbarcato insieme ad un seggiolino auto od ovetto conforme alle misure del sedile indicate dalla compagnia o altro sistema di sicurezza  come il Cares. Non ho ancora acquistato ed utilizzato questo sistema, mi riprometto di recensirlo appena lo avro' sperimentato.
Se non avete acquistato l'imbarco prioritario, in quanto viaggiatori con pargoletti, avete diritto ad essere imbarcati per primi dopo tutti i viaggiatori con priorita'. Gli addetti all'imbarco lo faranno presente, ma nel caso gli altri passeggeri non vi facciano spazio, fatevi spazio voi e filate dritti in cima alla coda: soprattutto se viaggiate in versione mamma con bagaglio - passeggino - pupo, avrete bisogno di tempo e spazio per portare tutto con voi all'aereo. Dopo aver consegnato il passeggino all'addetto sotto la scaletta, fatevi aiutare a portare il bagaglio a mano intanto che avete il pupo in braccio. Se nessuno si offre, usate la mia tecnica: piazzatevi davanti a tutti in modo da ostruire il passaggio. Sicuramente il primo dietro di voi vi aiutera'per fretta di salire. 
Nessuno conta come pezzo extra il meitai o marsupio o sling nel quale sta il bambino, per cui se ancora non cammina conviene presentarsi all'imbarco con il bimbo allacciato addosso e il passeggino vuoto (magari con appoggiato sopra il bagaglio a mano), in modo da poter facilmente consegnare il passeggino prima della scaletta ed entrare in aereo con pargolo e bagaglio a mano

Le restrizioni sui liquidi nel bagaglio a mano permettono di trasportare sostante liquide in contenitori di massima capienza 100ml o 100 gr  all'interno di una busta trasparente dalla capacita' massima di 1L ( ovvero 20 cm x 20 cm ). Per liquidi si intendono sostanze liquide, gel (docciaschiuma ad esempio o gel per capelli) , pastose (come i dentifrici o i mascara  o i lip gloss),  pressurizzate (come il deodorante spray o la schiuma da barba), creme.

Gli alimenti e le bevande per bambini necessari durante il viaggio sono esenti da queste restrizioni, ma potrebbe essere richiesto all'adulto che accompagna il bambino di assaggiare il contenuto e la quantita' deve essere ragionevolmente commisurata alla durata del viaggio, lasciando quindi una certa discrezionalita' i giudizio a chi effettua i controlli di sicurezza.
Tuttavia anche gli alimenti e le bevande per bambini devono essere contenuti all'interno del bagaglio a mano, corrispondente alle misure di bagaglio richieste dalla compagnia con cui si vola: una volta estratti  prima dei controlli, vanno riposti al loro interno. Le compagnie di linea su questo punto sono piu' morbide, ma prima di salire su un volo Ryan air gli addetti all'imbarco controllano nuovamente se ogni passeggero ha in mano un solo bagaglio a mano. Quindi alimenti e bevande vanno trasportati un un sacchetto di plastica o altro impermeabile all'interno del proprio bagaglio a mano.

Ecco i miei consigli di vita vissuta su come preparare il bagaglio a mano, viaggiando con un bambino piccolo:
Acqua: portare la tazza piena, e provvedere a riempirla nuovamente comprando una bottiglietta dopo i controlli o in aereo.

Latte: se il bambino  e' allattato non si pone il problema.

Se il bambino beve  latte di formula, a mio avviso e' piu' pratico trasportare nel bagaglio a mano biberon vuoti ed un vasetto di polvere sufficiente a creare i biberon necessari al viaggio (calcolando le ore di volo + il tempo di attesa all'imbarco + 40 minuti di attesa delle valigie/controllo passaporti + trasporto dall'aeroporto di arrivo alla destinazione) + 1 di scorta (ci possono essere sempre ritardi o magari il bambino ha piu' fame del solito) e provvedere poi ad acquistare l'acqua ai bar dopo i controlli di sicurezza o in aereo. Questo per evitare di viaggiare carichi del peso di biberon gia' pronti: io mi porto dietro solo un biberon gia' pronto, che magari  la bimba sta gia' iniziando a consumare durante l'attesa dei controlli.
Alcune compagnie aeree di linea hanno delle scorte di Formula a bordo ma le low cost no.
Eventualmente si puo' chiedere sia al bar dopo i  controlli che in aereo dell'acqua calda, se il bambino non e' abituato a bere latte a temperatura ambiente, anche se io consiglio caldamente a chi vuole viaggiare coi bimbi di abituarli a mangiare latte e cibo anche non scaldati, in modo da poter provvedere sempre tempestivamente a nutrire la creatura senza dover per forza girare alla ricerca di un microoonde).
Se il bambino beve latte di mucca, soia, delattosizzato o altro, allora non c'e' altra scelta che presentarsi con le confezioni (possibilmente le piu piccole, anche per praticita' nel disporne una per volta  in aereo) e i biberon vuoti e/o un biberon gia' pronto, a seconda del consumo stimato per la lunghezza del viaggio, eventualmente siate pronti ad aprirlo ed assaggiarlo se richiesto.


Cibi: biscotti o panini non sono soggetti alle restrizioni dei liquidi, mentre pappe e omogenizzati, avendo una consistenza pastosa, in teoria si: poiche' pero' sono destinati al bambino, rientrano nella stessa esenzione prevista per gli alimenti liquidi. In ogni caso, il loro volume deve essere contenibile all'interno del bagaglio a mano, anche se presentato ai controlli di sicurezza separatamente dal medesimo, insieme agli altri liquidi. Anche in questo caso, potrebbe essere richiesto di aprire le confezioni e assaggiarne il contenuto, specie se il numero di confezioni appare sproporzionato alle ore di viaggio. Calcolate tenendo conto della normale frequenza nel mangiare del bambino e aggiungete un paio di confezioni per eventuali ritardi. Alcune compagnie aeree (non low cost) sono provviste di cibo per bambini a bordo. Alcune compagnie permettono di scaldare il cibo dei bambini a bordo, mentre altre, come Ryanair, lo escludono. Ancora una volta, verificate queste informazioni sul sito della compagnia prima di partire.

Liquidi nella bustina del bagaglio a mano: avendo a disposizione solo una busta 20x20 per se' e per il pargolo, bisogna selezionare prodotti che hanno piu' funzioni e che vanno bene sia per il bimbo che per la mamma,  (se la mamma  viaggia con un bagaglio di stiva trucchi, profumi, creme etc possono essere trasportate li).
Rimanendo in contenitori sotto i 100ml
 -Una  coald cream bimbomamma se si viaggia d'inverno o un'acqua spray se si viaggia d'estate
- Una crema mille usi per idratare e alleviare arrossamenti, irritazioni, screpolature, come un balsamo alla calendula
-  Tre fialette di soluzione fisiologica (mille utilizzi diversi)
- Arnica gel (la possibilita' di farsi un bozzo e' sempre in agguato)
- Ua crema per il cambio del pannolino
- Un dentrifricio bimbomamma come elmex kids (a meno che la mamma non abbia il bagaglio di stiva, allora puo' andare li)
- se si utilizzano, la boccettina delle vitamine

Per diminuire le necessita' di liquidi da mettere nella busta, si possono mettere nel bagaglio a mano

- saponetta mammabimbo alla calendula per il bagno-doccia e shampoo solido per il bimbo
- salviette di pulizia per il cambio
- salviette struccanti, per la mamma.

Da non dimenticare qualche garzina sterile confezionata,  i ciucci (specie per attutire decollo e atterraggio,se il bambino non ha voglia di bere in quel momento), la pompetta sturanaso se si utilizza, un giochino non rumoroso e soprattutto  i pannolini  in abbondanza(alcune compagnie aeree ne hanno qualcuno di scorta, ma non e' il caso di scoprirlo in volo!) e i sacchetti profumati per i medesimi.
Se non ha il bagaglio di stiva, la mamma puo' portarsi dietro piccole quantita' delle sue creme, gel, shampoo, balsamo in contenitori mini (questi kit di scatoline si trovano da Muji ma anche nelle profumerie e nei grandi magazzini). Burri di cacao, lip gloss, rossetti e mascara devono entrare nella busta dei liquidi, mentre gli ombretti, fard e matite no. Se utilizzate un deodorante spray, verificate che  il contenitore non superi i 100ml oppure comprate un deo roll-on.
Infine, se il vostro non e' un viaggio di pochi giorni, considerate la possibilita' di alleggerirvi  dei liquidi necessari per voi (non per il bambino, testare nuovi prodotti in viaggio non e' il massimo), comprando a destinazione deodorante, bagnoschiuma e shampoo. Nei paesi come Uk, Irlanda e Belgio e' facile trovare nei supermercati le confezioni da viaggio dei prodotti di marche da grande distribuzione, una buona occasione per farsi un kit da viaggio.

Infine, ecco cosa mi spaventava di piu' alla vigilia del primo viaggio in aereo con la bimba: l'operazione di cambio pannolino in aereo.
Prima di tutto, e' utile tenere a portata di mano, nella tasca del sedile davanti al proprio, una busta con dentro salviette, due pannolini, crema del cambio e due sacchetti profumati: un kit da "ricaricare" dopo l'uso. Quando e' il momento si acchiappano velocemente  busta e pargolo. Dentro il bagno trovate in alto, solitamente sopra il wc, segnalata da un adesivo, una maniglia per tirare giu' il tavolo fasciatoio. Siccome non e' semplicissimo tenere il bambino fermo con una mano e far tutta l operazione di cambio con l'altra, prima di partire vestitelo con indumenti semplici da aprire. Se avete timore di ritrovarvi per la prima volta a cambiare una cacca in aereo e di non avere la destrezza necessaria, potreste considerare l'idea di svuotare la creatura prima di partire con l'utlizzo di un microclisma, in modo da fare tutta l'operazione di cambio piu' comodamente nel bagno dell'aeroporto o di casa, se abitate vicino. Il sacchetto si butta  traquillamente nel cestino del bagno, che viene svuotato spesso dagli assistenti di volo anche per questo motivo :-)

Altri post su come viaggiare, spostarsi e volare in gravidanza o con bambini piccoli

14 comments:

  1. non sono ancora pargolizzata, ma quando sarà il momento penso che leggerò il tuo blog tutto da cima a fondo. già questo post l'ho trovato mooolto interessante (spaventoso anche).

    ReplyDelete
  2. non ti spaventare mariantonietta, vedrai che quando diventi mamma scoprirai i avere i superpoteri!

    ReplyDelete
  3. bellissimo post, davvero interessante e completo. però io non ce la fare i fare i microclismi.. XD XD XD
    cmq mariantonietta, puoi sempre iniziare con un volo breve, se non hai grandi necessità di andare a trovare parenti in capo al mondo ;)

    ReplyDelete
  4. Complimenti per il post, è veramente utile. Bello il passaggio in cui dici:
    "nel caso gli altri passeggeri non vi facciano spazio, fatevi spazio voi e filate dritti in cima alla coda".
    Spesso i passeggeri si lamentano se le madri con bambini passano prima degli altri, bisogna essere decisi!!!

    ReplyDelete
  5. purtroppo i passeggeri che si lamentano se le mamme con pargoli passano avanti non si rendono conto che un giorno tocchera' anche a loro imbarcarsi con un bimbo e allora capiranno molte cose...inutile aggiungere che al 90% delle volte i passeggeri poco collaborativi con cui ho avuto a che fare erano, purtroppo, gli italiani :-(

    ReplyDelete
  6. ho appena prenotato per praga... dal 1 al 4 di aprile!! :D
    voleremo con la wizzair, non l'avevo mai sentita, è ungaro-polacca. per termini di condizione, proposte, costi, sembra la ryan. ti farò sapere! abbiamo speso una miseria, 135 euro a/r di tutti e 3!!

    ReplyDelete
  7. Avro' fatto almeno 30 voli nei miei trasbordi italopolacchi con wizzair e mi sono sempre trovata benissimo, i sedili sono un pochino piu spaziosi che con ryan e a bordo il personale e' sempre stato molto cortese!

    ReplyDelete
  8. oh benissimo!
    sono ancora qui che non mi capacito del prezzo.. XD
    tra l'altro, come con la ryan, il passeggino è trasportato gratuitamente!

    ReplyDelete
  9. aaaaaaaaaaaaah dentifricio solido da lush!!! mitico!!!
    http://www.lush.it/html/lavadenti-258.jsp

    ReplyDelete
  10. oh, ma che brava, grazie!!
    ma se utilizzo buste non profumate va bene lo stesso? si vendono buste apposta? ora me le procuro, va'...

    una domanda invece per te: decollo e atterraggio!
    so che dovrebbero ciucciare e deglutire, per il problema delle orecchie.. ma come faccio? a fine mese ho un volo di due ore e mezza, ma e' difficile far coincidere gli orari del volo con quelli delle poppate... al ritorno poi viaggiamo di sera/notte, ma a quell'ora il pargolo non e' solito fare le poppate... che si fa? basta il ciuccio?

    ReplyDelete
  11. ciao marica,
    si non ti preoccupare: se non ha sete (sia che beva alla tetta o al biberon) basta il ciuccio e se invece il bimbo dorme della grossa e non acchiappa nemmeno il ciuccio vuol dire che non ne ha bisogno, gli aerei odierni sono ben pressurizzati.

    ReplyDelete
  12. per i pannolini va bene una busta qualsiasi ma quelle profumate effettivamente se le hai hanno di buono che attutiscono la possenza del fatto!

    ReplyDelete
  13. ...ciao, viaggierò con la WizzAir: per passeggino/carrozzina si intende anche la navicella?

    ReplyDelete
  14. ciao toroazul..allora alcune compagnie escludono esplicitamente il passeggino non collapsible a ombrello ma sul sito wizzair si parla di puschair (passeggino) senza specificare.
    io so che normalmente nn fanno questioni se il bambino e' molto piccolo per portare ovetto+telaio, ma l'ovetto e' senzadubbio piu' piccino della navicella...sono quelle situazioni in cui devi aver un po' di faccia tosta e presentarti al check in per farti mettere la tag con un po di anticipo, per farti metter la tag..e portati una fascia o marsupio nel caso ti dicano che nn e possibile imbarcare alla rampa la navicella ma devono mandarla via check in col bagaglio
    il sito ewizz dice
    Per i neonati non è consentito il trasporto di nessun bagaglio fatta eccezione di un passeggino / carrozzina pieghevole / sediolino per auto (trasporto gratuito)

    ReplyDelete

Si elemosinano commenti da chi ha un briciolo di tempo in piu'

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...