11.11.11

ITA L'arte del bagaglio a mano (per donna e per infante) UPDATED 2013

Attenzione; su Ryanair e Easyjet il bagaglio e' 50x20x40, su Wizzair e' 42z32x25 oppure con un supplmento di 10 euro 56x45x25
 - 2 gg per partecipare al giveaway - 2 days to try my giveaway

i vettori aerei stanno modificando le misure dei bagagli a mano, percio' controllate prima di partire sul sito della vostra compagnia di viaggio, nel regolamento, le dimensioni del bagaglio a mano che vi e' concesso portare! Le misure 45x25x56 non sono piu' lo standard!Per poter portare piu' cose vi consiglio di utilizzare sacchetti sottovuoto in cui infilare i vestiti e poi aspirare via l'aria con l'aspirapolvere, meglio se di misura minore - uguale alla vostra valigia (se sono piu grandi e' difficile piegarli a meta' una volta riempiti)

Prima fase. Scrivere cosa portare
Questa operazione si puo' fare dovunque e in qualsiasi momento prima del viaggio, quindi il tempo di far la valigia si riduce all'esecuzione materiale.
Per decidere cosa portarsi ci sono vari sistemi, dall'avere una check list al pensare per argomenti (vestiti, beauty case etc).
Io segno tante colonne quanti giorni sto fuori e scrivo le attivita' che penso di fare (quelle di cui non so il giorno preciso le aggiungo random): Sera fuori con amiche , Visita Nonna, Cena romantica, Museo,  Incontro di Lavoro, spiaggia etc) e metto accanto cosa mi serve per quelle attivita' specifiche (es: biglietti museo, tailleur, scarpe eleganti, regalo per la nonna, maglietta discotecara, abito sparluccico, costume da bagno e crema solare, borsetta, orecchini etc..). 

 Poi  tiro una riga orizzontale e scrivo sotto, nelle colonne per ciascun giorno, il vestiario che mi serve (includendo quello per le attivita' previste nella parte superiore della colonna)
- per ogni giorno: biancheria/maglietta/camicia/maglia a manica lunga,
- ogni tre giorni un pezzo di sotto, (d'estate il connubio maglietta pantalone si sostituisce col vestitello)
- ogni due giorni un pezzo di sopra tipo giacca da lavoro o maglione o felpa (quelli con i bottoni, incrociate o con le cerniere reggono meglio un secondo uso perche' si possono aprire per evitare la sudata).
Gli abiti reggono solo un uso, percio' se ne porto per uso non serale diminuisco camicie/maglie.
Scelgo tre paia di scarpe al massimo.
La borsa di piccola/media dimensione.
Aggiungo i pezzi che mi serviranno tutto il tempo: cappotto, sciarpa, cappello, guanti, ombrello.

Dopo aver inserito in questa selezione di vestiario tutti i pezzi indicati che mi servono per le attivita', li cancello dalla lista sopra, nella quale rimangono solo gli oggetti e le cose di utilizzo tecnico.
Scelgo capi di pochi colori, che siano abbinabili e ricombinabili, spesso basic da ravvivare con un paio di orecchini.Non sono al massimo dell'originalita' fashion quando viaggio, ma chissenefrega :-)

Tiro di nuovo una linea orizzontale e sopra le colonne faccio la lista di cosa mi serve davvero per il beauty case (ricordando che i liquidi e i pastosi devono rientrare in una busta 20x20 in contenitori max di 100 ml di capacita', per cui prodotti in confezione da viaggio, campioncini e barattolini riempiti con i propri prodotti sono la soluzione migliore. Da Muji si trovano molti barattolini ). Phon da viaggio se in albergo o a casa di chi vado non c'e'.
Negli anni ho stabilito un trucco che mi sta bene sempre (rinforzato da sera col kajal) e che richiede 2 ombretti, fondotinta, terra-gel, mascara e gloss. Pur essendo diventata assai spartana, non mi muovo senza la pinzetta, le forbicine e, d'inverno, la bomboletta di shampoo secco (i nuovi asciugatori per le mani nei bagni pubblici stanno privando noi donne della tipica rinfrescata alla chioma  che ci davamo mettendoci a testa in giu' sotto il getto di aria calda).


Infine tiro una nuova riga orizzontale per aggiungere tutte le altre cose di utilizzo tecnico (alle quali sommare quelle avanzate dal settore attivita'): passaporto, carte, caricabatterie, macchina fotografica, spazzola, fogli di prenotazione, biglietti, prenotazione dell'albergo, eventuale computer etc..

Seconda fase. Cerchio dalla lista del vestiario cosa indossare per il viaggio, ovvero le cose piu' ingombranti: sciarpa, cappotto, poncho + giacca (cosi' ho due pezzi di sopra appresso), cappello, stivali o scarpe da ginnastica, la felpa o il maglione piu' ingombrante.

Terza fase. Metto su una sedia le cose da indossare per il viaggio e sul letto tutte le altre.

Quarta fase. Apro il trolley sul pavimento accanto al letto e inizio a mettere dentro seguendo l'ordine:

 - biancheria (che si infila nei solchi in cui il manico di metallo divide il fondo del trolley
 - vestiti (tutti piegati tranne gli abiti che invece arrotolo a tubo e poi piego intorno ai lati del trolley) in modo da riempirlo in modo pari
- borsa
- altri oggetti necessari (spazzola, caricabatterie, macchina fotografica, fogli stampati di prenotazioni alberghiere, miniombrello etc) e busta con le cose da beauty case non liquide.
- nella tasca esterna grande le scarpe insacchettate (due paia max: io di soli scelgo un paio di ballerine e un paio di scarpe da ginnastica o col tacco, viaggiando in stivali oppure 2 sandali d'estate, uno con e l'altro senza tacco, viaggiando in scarpe da ginnastica)
- nella tasca esterna piccola medicine e bustina liquidi del bagaglio a mano, eventuale bigiotteria, lettore mp3, nonche' altre cose che possono servire urgentemente tipo i tampax.

Per documenti, carte, soldi, utilizzo una borsina a tracolla piattissima tipo portadocumenti da indossare tutto il tempo, mai avuto rimostranze neanche dai cattivissimi ryanairisti perche' e' come una tasca (la mia e' di Muji, ma se ne trovano sul genere in tutti i negozi di valigie). Eventuali gioielli o orologio di valore, vanno anche questi  indossati (nessuna valigia e' piu' sicura di voi stessi)

Prova finale: la valigia deve chiudersi e pesare meno di 10 kg per l'imbarco come bagaglio a mano.

Se la valigia non si chiude o pesa troppo,
- rivalutare il beautycase: deodorante shampoo e bagnoschiuma si possono comprare anche a destinazione e sicuramente costano meno che pagare il sovrapprezzo all'imbarco.
- se ci sono troppi fogli, portarsi dietro la versione file dentro una chiavetta usb e stampare in loco.
- rinunciare al libro da viaggio e accontentarsi di comprare una rivista dopo i controlli di sicurezza.
- rinunciare ad un paio di scarpe

Ora che c'e' la bimba (e gli infant non hanno diritto al proprio bagaglio a mano), imbarco il mio bagaglio nella stiva e uso un altro trolley a mano per le sue cose, piu' o meno utilizzando lo stesso metodo:
Per le attivita', oltre ad eventuali eventi sociali per cui le porto certi vestiti piuttosto che altri, scrivo:
- trasporto (passeggino e accessori, fascia o meitai, seggiolone di stoffa portatile, sistema di sicurezza o seggiolino auto)
- mangiare/bere (biberon, cucchiaini, cibo/latte...per questa sezione di questo post sul bagaglio per bimbi piccoli)
- dormire (pigiama, orsacchiottino, lucina, lettino portatile se in albergo non c'e...)
- cambio (pannolini, prodotti, foglio imbottito per fare un fasciatoio di ogni superficie orizzontale etc)
poi
- conta dei vestiti (io aggiungo solo due body e due cambi di vestiario extra perche' se proprio succede un disastro compro un body o una maglietta sul posto. D'estate fino a meta' viaggio lavo a mano nel lavandino dell'albergo e cosi' recupero vestiti puliti)
- beauty case (anche qui vedi  questo post sul bagaglio per bimbi piccoli)
- altri oggetti di utilizzo tecnico per la Viatrix: giochini (pochissimi, se volete un bambino viaggiatore che non si annoia nei trasbordi abituatelo a intrattenersi guardando il mondo e a giocare con quello che gli capita tra le mani), ciucci, copertina o pareo scuro per migliorare il comfort delle dormite nel passeggino quando mamma e papa' sono al ristorante o fermi altrove.


*Il mio primo trolley, blu, fu un regalo dei miei per far su e giu' tra la loro nuova casa  e la mia mezza stanza da studentessa a Torino, dove avevo libri, vestiti, trucchi e quant'altro: a quei tempi far la valigia non significava dover pensare davvero cosa portarmi dietro.
Quando partii per la prima volta per fare un corso di tre settimane all'estero, fu allora che preparai la mia prima vera valigia per stare fuori di casa. Nel dubbio di cosa portare, creai un bestione di 25 kg contenuti in un borsone con due rotelle. Mio padre mi mise sul treno a Milano Centrale con il bestio. Io capii l'errore nel momento di scendere a Strasburgo. Pochi metri dopo, ancora ansante, realizzai che l'ufficio turistico dove poter chiedere una mappa per capire come raggiungere il mio ostello si trovava in fondo ad una rampa di scale:  mollai la maniglia e mi parve che il tonfo del bestio avesse pure fatto l'eco. Mi girai e vidi una ragazza con lo sguardo onesto in piedi in mezzo a quattro o cinque consimili valigioni.
"Scusa, mi guarderesti la valigia, devo solo scendere a prendere una mappa e torno"
Fu cosi' che
1) Conobbi una delle mie migliori amiche.
2) Imparai che prima di fare la valigia, bisogna pensare a cosa metterci dentro.
Da allora il trolley blu e' diventato il mio fedele compagno negli anni della  mia vita da viaggiatrice low cost, donna cometa e adesso mamma viaggiante. In casa abbiamo altre 4 valigie di varie dimensioni rientranti nelle misure da bagaglio a mano dei vari vettori, e altre 5 di vario tipo per il bagaglio di stiva: il mio trolley blu e' logoro e scolorito, ma continuo a mantenerlo in servizio perche' e' l'unico che corrisponde alle massime dimensioni consentite da Ryanair.

13 comments:

  1. Sempre comodissimi, per il beauty case ma anche per casa, i panetti di shampoo della Lush (il balsamo non mi piace) e le saponette di marsiglia per il corpo (io prendo quelle de "i provenzali"): si risparmia spazio e peso, nonchè sono molto più ecologici :)

    ReplyDelete
  2. Grazie Ele!
    Io ieri in vista della partenza di domani ho deciso di comprare il talco della Klorane da usare dopo le salviette nel cambio, in modo da levare ulteriori liquidi di mezzo(normalmente a casa uso latte detergente senza risciacquo e compresse di cotone). Per il sapone, uso la saponetta allla calendula di weleda ma andro' da lush a cercare lo shampoo solido!

    ReplyDelete
  3. anch'io penso a cosa mettere in valigia 'per argomenti'. Comunque il problema è maggiore d'inverno .. i maglioni occpuano spazio. Nei casi di emergenza quando il trolley proprio non si chiude, rinunciare a un paio di scarpe rappresenta per entrambi -l'amaro calice- per riuscire ad imbarcarsi :-)

    buon viaggio a tutti !

    Andrea

    ReplyDelete
  4. Sei organizzatissima! Non ho mai pensato di scrivere cosa portarmi per i giorni in cui sono in viaggio. proverò a farlo...

    ReplyDelete
  5. ..sei sempre un passo avanti!

    ReplyDelete
  6. @zax i maglioni sono un dramma per viaggiare, io li escludo a priori e vado di maglie di cotone e un giaccone piu' pesante.. anche perche' ormai sul peso sono precisi anche a bergamo!

    ReplyDelete
  7. non avendo figli io ci metto 5 minuti a fare la valigia. passaporto? c'è. carta d'imbarco? c'è. cellulare? c'è. un paio di gonne/pantaloni, tre o quattro maglioni/magliette e ok, sono pronta.

    ReplyDelete
  8. io sono passata allo zaino gigante così ho le mani libere e devo dire che ormai sono più veloce nel preparare il bagaglio a mano. Ho ormai sempre pronto quello che deve esserci e i vari giochini e cibo li aggiungo gli ultimi giorni! Con gli anni la valigia si alleggerisce (mio figlio vuole portarsi la sua con i giochini) e per fortuna!!

    io tral'altro non faccio a meno dei sacchi sottovuoto per i vestiti. Per me sono la migliore invenzione al mondo!!!

    ReplyDelete
    Replies
    1. brava ele, anche io da qualche mese (ben dopo aver scritto questo post )ho preso a usare i sacchetti sottovuoto e ora non ne fa a meno neanche il senator, sono davvero la cosa migliore per ottimizzare il bagaglio specie quando si viaggia in piu' di due :-) per ora la viatrix non si porta dietro ancora la sua valigia ma ha da qualche settimana ha preso l abitudine di non uscire MAI senza una borsa (mia ovvio , ma di sua scelta) con dentro oggetti di ogni tipo da lei selezionati...

      Delete
    2. grande verità, i sacchetti sottovuoto mi avevano salvato in viaggio di nozze (avevamo abbiagliamento estate/inverno)

      Delete
  9. Hi, I think this is specially comfortable for women, Thanks for sharing


    sottovuoto basso prezzo

    ReplyDelete
  10. Il bagaglio a mano per le donne e bambino, cercando molto bello .......



    Buste sottovuoto

    ReplyDelete

Si elemosinano commenti da chi ha un briciolo di tempo in piu'

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...