30.11.11

Baby Armamentario di Viaggio - Sacco Invernale per Passeggino

6 comments:
Siccome il Maclaren volo della Viatrix e' molto estivo e leggero, avevo in mente da un po' di comprare un coprigambe per l'inverno, ma il destino mi ha fatto un bel favore: ho ricevuto in regalo da un'altra mamma, che l'ha ricevuto da un'altra mamma, un sacco invernale da passeggino, nello specifico il Sacco Combizip della Red Castle, che vedete in foto. L'aspetto furbo in viaggio di cotale invenzione: poiche' il sacco rimane  piegato col passeggino, si puo' evitare di portare un giaccone imbottito in valigia o addosso al bimbo, che puo' stare in aereo o in auto o in treno con una felpa o un golfino pesante, facilitando decisamente le manovre di sistemazione a bordo, quando una madre ha due mani e un figlio, un bagaglio a mano, la propria giacca e magari anche il mei tai. Descrizione del prodotto: 100% poliestere, rivestito in pile all'interno. Nonostante sia sopravvissuto gia' a tre bambini, dopo il lavaggio con un po' di sfeltro (che ha effetti rinvigorenti sugli interni in pile) sembra nuovo. E' come un
mini-sacco a pelo, con dei tagli laddove devono passare le bretelle del passeggino: una volta inserito nella seduta, puo' essere lasciato in permanenza, il passeggino si richiude come sempre. Il sacco si puo' chiudere con la doppia zip e abbottonare in fondo in modo unico o come gambe di pantaloni, ha anche un

29.11.11

Guest Post - Lo stendino di Varsavia

5 comments:
Oggi mi trovate in trasferta su Bilingue per Gioco con una delle mie storielle polacche che e' ormai diventata un classico del mio repertorio da Expat: Lo Stendino di Varsavia nella Rubrica Vita da Expat che Letizia mi ha gentilmente offerto di tenere!

Biglietto d'Autore Giweaway!

9 comments:
E' giunta l'ora di iniziare a fare almeno la lista mentali dei biglietti d'auguri da spedire, se si vuole che arrivino in tempo per la Vigilia..partecipando a questo piccolo giveaway potete vincere un biglietto d'auguri particolare: si tratta di una stampa su cartoncino bianco 21 x 15 (nessun testo pre stampato all'interno, busta bianca inclusa) di un acquerello di Rita Vaselli, che vedete qui sotto:

25.11.11

ITA & ENG Il Giorno del Ringraziamento - Thanksgiving Day

2 comments:
(english version below the italian text)
Halloween non mi ispira per nulla: trovo molto piu' ricco, creativo e caloricamente vario il nostro carnevale e non capisco il successo da esportazione di questa festa. Pero' il Thanksgiving Day , il giorno del Ringraziamento, mi e' sempre garbato tanto:  ho guardato (e segretamente sperato di parteciparvi) il giorno del Ringraziamento dei Robinson,  di Arnold e del signor Drummond, dei Seevers (Genitori in Blue Jeans), dei Cunningham (Happy Days), dei Walsh (BH 90210). Non mi ricordo che McGyver abbia festeggiato il giorno del Ringraziamento ma forse in quel momento stava riparando il forno della vicina con una forcina da capelli, affinche' lei potesse cuocere il tacchino in tempo.

ITA Il Passeggero accanto a me II - Dublino

5 comments:

(primo episodio qui)

Dublino - Novembre 2009- Sono salita sull'autobus per l'aeroporto dopo aver raggiunto la fermata a nuoto: completamente fradicia di acqua e di sudore,che tirarsi appresso un trolley sotto la pioggia e sopra le pozzanghere dovrebbe essere disciplina olimpica.
Il mio cappotto bagnato odorava di Golden Retriever (fenomeno palesatosi gia' ai tempi di Bruxelles, lasciandomi il dubbio che sia una reazione chimica dovuta al mio cappotto con  la pioggia del Nordeuropa) ed il mio colorito cereo era il chiaro segnale di ritorno delle ore di baldoria, di allegria e di poco sonno precedenti. In questo tripudio di bellezza, si avvicina un tizio supercool per domandarmi se quello e' proprio l'autobus per l'Aeroporto. Sorrido fra me e me: prima che fossi felicemente sposata al massimo veniva una madre di famiglia a chiedermi informazioni del genere. C'est la vie.
Finite le fermate in citta', rimaniamo gli unici passeggeri e cominciamo a chiaccherare seguendo lo schema

24.11.11

ITA & ENG Troppi Kinderbueno - Too many Kinderbueno

13 comments:
(english version below the italian text)
Quando sono uscita  mercoledi c'erano pochi gradi e una nebbiolina pungente, nonostante fosse mezzogiorno.
Avevo addosso solo un pile e una maglia, ma talmente mi ribolliva il sangue nelle vene da non sentire il freddo ormai definitivamente invernale.

Alle mie spalle ho lasciato l'ospedale dove sono arrivata quasi correndo lunedi' mattino, spingendo la Viatrix nel passeggino. Adesso  lei sta meglio, fortunatamente non era nulla di grave e per il futuro ho scoperto l'esistenza delle soluzioni reidratanti ed imparato che ne avro' sempre una scorta in casa, perche', se Murphy avesse avuto figli, avrebbe dichiarato che i bambini  hanno sempre i primi sintomi  di sabato sera, quando il giorno dopo la farmacia e' chiusa.

Passata l'angoscia per il malore di mia figlia, quel che rimane di questa esperienza e' aver scoperto un lato oscuro, brutale di me, che forse prima di diventare madre non esisteva. Ne avevo gia' avuto le avvisaglie, ma ora ne ho la certezza: se del caso riguardante mia figlia, non ho paura dello scontro. Non solo verbale, ma anche fisico. Direi di piu': inconsciamente, lo cerco. Non ho mai avuto un carattere da provocatrice, eppure ora mi ritrovo a dover respirare a fondo e contare fino a un bel po' per bloccare la lingua e, con mio stesso stupore, le mani verso qualunque estraneo che si ponga tra me e la Viatrix in un modo che non condivido, persino se a livello diagnostico.

Ho sempre pensato che le madri i cui figli sono purtroppo ricoverati debbano avere una forza enorme per sostenere la preoccupazione della malattia. Ora mi sono resa conto che oltre a questa forza, ne e' richiesta un'altra: mantenersi mentalmente stabili.
Dopo ore e ore e ore,  chiusa in una stanza in penombra di 10 metri quadri a vegliare  una bambina che dorme o piange, in un silenzio interrotto dalle poche parole di un'infermiera o di un dottore e dal pianto di altri bambini in altre stanze in penombra di 10 metri quadri vegliati da altre madri in silenzio,
ho iniziato a pensare a quando, da praticante legale, andavo a visitare al carcere di Pavia, i cui corridoi pieni di silenzioso brusio erano dello stesso verdino giallino pallido. Senza gli orsetti del cuore disegnati sulle pareti, ovvio.
Un senso di oppressione umana, la luce artificiale e la penombra dissolvono i confini tra giorno e notte, che diventano solo vegliare seduta sulla sedia o vegliare seduta sulla brandina, tenendomi aggrappata di sonno alle sbarre del suo lettino.
E aver campato per 60 ore solo di kinderbueno e acqua, perche' la macchinetta delle bevande calde era fuori servizio e non me la sono sentita di mangiare i tramezzini con il ripieno di tacchinomaionese o tonnouova gia' spappolati, probabilmente non mi ha aiutato.

Venti minuti dopo essere uscita dall'ospedale, ho colato le stelline barilla per la Viatrix e spento sotto la pentola di una zuppa di zucca, cipolle e patate (tutto quello che era rimasto in frigo) per me.
E' iniziata la disintossicazione da kinderbueno, e' ricominciata la normalita', mentre altre mamme, sono recluse in quelle stanze di ospedale  purtroppo molto piu' a lungo di me.

ENG - Too many Kinderbueno
When I came out  there were a few degrees and a pungent haze, although it was midday.I was wearing only a

18.11.11

ITA & ENG Il passeggero accanto a me I - The passenger next to me I

8 comments:
(english version below the italian text)
Prima che arrivasse la Viatrix, in aereo ho quasi sempre viaggiato  da sola:  da praticante squattrinata prima  e da donna cometa poi, sempre in moto con il bagaglio a mano per andare da un'amica, dai miei, dal Senator.
E nonostante abbia messo le chiappe sopra le nuvole ad occhio centocinquanta volte, ho sempre paura di volare: si, sono una di quelli che si raccomandano al Padreterno quando rullano i motori prima del decollo e che lo ringraziano, tirando un enorme sospiro di sollievo, quando le ruote del carrello toccano terra.

Curiosamente accadeva  spesso che il passeggero vicino a me, appena mi sedevo, si girasse ed esordisse: Mi scusi, ma sa, le dispiace se chiaccheriamo, io ho paura di volare!
Cosi' negli anni ho accumulato aneddoti da spendere alla prima cena dopo l'arrivo e portato a casa storie piu' o meno speciali, ma sempre interessanti.

TRIPLICE PROTEZIONE
Wizzair da Bergamo a Varsavia, inverno. Una banda musicale ebraica di una dozzina di elementi, tutti in cappotto e cappello nero e le basette a ricciolo, sale a bordo dopo aver non poco tribolato per passare come bagaglio a mano flauti dolci, violini ed altri strumenti. Io sono seduta nel sedile di mezzo (ho troppa paura per guardare fuori dai finestrini e non mi va di prendermi venti volte il carrello - bar nel ginocchio stando sul lato corridoio) quando uno dei suonatori mi domanda se il posto finestrino e' libero.
Poco dopo essersi installato, si siede alla mia destra un ragazzo arabo che fatica a pigiare nella cappelliera un giaccone da uomodellospazio, due battute su "quanto freddo fa in Polonia", un accenno alla paura di volare e ci prepariamo a partire.
Il ragazzo arabo tira fuori uno smart phone con il testo della sua preghiera in Arabo, io attacco il mio Padrenostro a mezzabocca e il suonatore ebreo tira fuori la sua Torah.
Partiti.
Din! Si possono slacciare le cinture, nessuno dei tre lo fa ma tutti e tre ci rilassiamo.
Il ragazzo arabo osserva che "con tre protezioni invocate dal Cielo, non solo sara' un volo sicuro ma dovremmo persino arrivare in anticipo". Passa il carrello delle vivande e il suonatore ebreo ci offre un te', " tanto per dimostrare che noi ebrei non siamo tirchi".
Arrivati sani e salvi in anticipo, grandi strette di mano e auguri di buon proseguimento.

L'UOMO NERO
Ryanair, da Charleroi a Bergamo, nebbia che si taglia con il coltello e aereo in ritardo, fermo sulla pista.
Il signore accanto a me e' cosi' grande e grosso che occupa meta' del sedile vuoto tra di noi. Iniziamo a chiaccherare: oh lei fa giurisprudenza, io sono professore di medicina legale, io, per far conversazione , chissa' come mi tiro fuori un "cosa ne pensa del caso Franzoni".

17.11.11

ITA Roma ODI ET AMO

16 comments:
DISCLAIMER
Quando il Senator propone di andare in vacanza in Italia, ne sono contenta ma anche stressata perche' essendo il mio paese se poi succedono degli inconvenienti (bagaglio perduto o diciottoeuro di coperto o bagnisporchi o trenoinritardodicinquantanoveminuti o tutte queste cose insieme) mi sento responsabile, mi prende l'acidita' di stomaco e mi rovino lo spirito vacanziero.

Dopo gli ultimi due mesi in cui la formazione familiare tipica e' stata quella a due piani ( lui in aereo e noi a terra), abbiamo deciso di festeggiare il compleanno del Senator con delle vacanze romane: quattro giorni per stare tutti e tre insieme passeggiando nell'inverno tiepido, tra eternita' architettonica e piatti di puntarelle.
Com'e' andata? Momenti d'amore e momenti d'odio, a voi la scelta di leggere solo gli uni, solo gli altri o entrambi.

ODI - Appena atterrati a Roma ho scoperto che l'aeroporto  di Ginevra non e' il solo nel mondo ad avere ancora l'odiosa abitudine di scaricare i passeggini al nastro dei bagagli speciali anziche' consegnarli all'uscita dall'aeroplano. Con l'aggravante che a Fiumicino le proporzioni dello scalo sono gigantesche: senza P che portava i nostri bagagli a mano, non ce l'avrei fatta fisicamente ad arrivare fino al nastro bagagli 5 con in braccio gli undicichili di Viatrix. Nessuno ha saputo dirci se  il passeggino sarebbe arrivato ai bagagli speciali vicini al nastro 4 o al nastro 9, lontani  tra loro 300 mt, ne' quando sarebbe arrivato. "Non e' una mia responsabilita'" e' il disco rotto (sia in italiano sia in inglese) ripetuto da tutti coloro che hanno al collo un badge dell'aeroporto: quelli dietro agli sportelli burlescamente chiamati ASSISTENZA CLIENTI e quelli che camminano strascicando i piedi a gruppi di quattro. 

16.11.11

ITA FOTOPOST Arredamento Expat - La camera della Viatrix

6 comments:
Come tutti quelli che abitano in affitto, senza sapere per quanto tempo saranno in questa casapaesenazione, ma sapendo che qualsiasi cosa entra dalla porta un giorno sara' venduta o regalata  e solo se  affettivamente o funzionalmente necessaria, verra' imballata e traslocata chissaddove, tendo ad arredare con oggetti
- tanto piu' di linea semplice e di colore neutro* quanto piu' di volume ingombrante
- polifunzionali, smontabili, pieghevoli, ricombinabili
- economici.
Si, siamo anche noi dei fedeli dell'Ikea e dei negozi di arredamento di seconda mano.
*Da noi colori e originalita' sono affidati a tessuti, lampade, quadri, poster, decorazioni, scatole portatutto e oggetti vari di piccola dimensione.


Chi passasse da Ginevra sappia poi che il mercoledi' sera gli svizzeri facoltosi mettono giu' in strada interi salotti e librerie praticamente nuovi affinche' il servizio smaltimento passi l'indomani presto a recuperarli :-)

11.11.11

ITA L'arte del bagaglio a mano (per donna e per infante) UPDATED 2013

13 comments:
Attenzione; su Ryanair e Easyjet il bagaglio e' 50x20x40, su Wizzair e' 42z32x25 oppure con un supplmento di 10 euro 56x45x25
 - 2 gg per partecipare al giveaway - 2 days to try my giveaway

i vettori aerei stanno modificando le misure dei bagagli a mano, percio' controllate prima di partire sul sito della vostra compagnia di viaggio, nel regolamento, le dimensioni del bagaglio a mano che vi e' concesso portare! Le misure 45x25x56 non sono piu' lo standard!Per poter portare piu' cose vi consiglio di utilizzare sacchetti sottovuoto in cui infilare i vestiti e poi aspirare via l'aria con l'aspirapolvere, meglio se di misura minore - uguale alla vostra valigia (se sono piu grandi e' difficile piegarli a meta' una volta riempiti)

Prima fase. Scrivere cosa portare
Questa operazione si puo' fare dovunque e in qualsiasi momento prima del viaggio, quindi il tempo di far la valigia si riduce all'esecuzione materiale.
Per decidere cosa portarsi ci sono vari sistemi, dall'avere una check list al pensare per argomenti (vestiti, beauty case etc).
Io segno tante colonne quanti giorni sto fuori e scrivo le attivita' che penso di fare (quelle di cui non so il giorno preciso le aggiungo random): Sera fuori con amiche , Visita Nonna, Cena romantica, Museo,  Incontro di Lavoro, spiaggia etc) e metto accanto cosa mi serve per quelle attivita' specifiche (es: biglietti museo, tailleur, scarpe eleganti, regalo per la nonna, maglietta discotecara, abito sparluccico, costume da bagno e crema solare, borsetta, orecchini etc..). 

10.11.11

ITA Emo - expats (Italiani all'estero)

15 comments:
- 3 giorni per partecipare al giveaway - 3 days to try my giveaway

Spesso leggere i blog degli altri expat mi offre il conforto di condividere gli stessi bicchieri mezzi pieni e gli stessi bicchieri mezzi vuoti,  se non addirittura di  ricevere una sorta di mentorship: se la signora australiana con quattro figli ed un cane, che da undici anni segue il marito in giro per il mondo energetico, riesce a salire e scendere dagli aerei con una simile truppa, ce la posso fare anche io.
E' cosi' che mi sono resa conto di come tutto il fermento emotivo che scuote ricorrente gli animi degli italiani all'estero rispetto alla madrepatria, quei sentimenti di frustrazione scaturiti dal " me ne sono andato perche' da noi non ci sono le stesse opportunita' per me o per la persona che amo ", di amoreodio verso "il Paese piu' bello del mondo che mi ha tarpato le ali" , di nostalgia per il nostro modo di vivere quanto di allergia per tutto quello che non funziona,  nei blog degli expat anglosassoni non si trova.
Anche a loro dispiace non poter esserci al matrimonio di un amico di infanzia.
Anche a loro dispiace non poter farsi un panino con l'ingrediente natio (anche se fatico a mettere un barattolo di Marmite sullo stesso livello proustiano di un panetto di Stracchino).

9.11.11

ENG The tie

1 comment:

- 4 giorni per partecipare al mio giveaway - 4 days to try my giveaway

The Italian Prime Minister gave his resignation yesterdat after a no confidence motion.
Jubilee of everyone, both sides of the Parliement
Now we can change things
Wait a moment, all of you
All of you 630 members of the Chambers of Deputies
All of you 315 members of the Senate
You are there since ages.
Some of you since 1946, when the Republic was established.
Most of  you since at least 20 years.
When people demonstrate incapable of performing their job with positive results, they get fired.

8.11.11

ITA & ENG La cometa di Halley - Halley's Comet

2 comments:

(english version below the italian text)
Di solito e' la terza domanda che mi fanno, dopo "Come stai?" e "Come sta la Viatrix?": "E il Senator dov'e'?"
Il suo stato non e' psicofisico ma geografico, come la Cometa di Halley. E il mio spesso e' quello dell'astronoma in attesa del passaggio: quando e' lontano monitorizzo il percorso, quando si avvicina mi preparo (ovvero preparo me stessa, la bimba, la casa e il companatico) e quando sta per arrivare sono pronta per sfruttare al meglio il momento.
Le cose belle o allegre o interessanti successe o pensate mentre era via.
Le cose serie/tristi delle quali ritengo necessario parlargli. (E archiviare mentalmente le altre per le quali nessuno dei due puo' farci niente)
Le cose pratiche sulle quali voglio avere il suo parere.
Il difficile e' mantenere quest'ordine mentre lui mi travolge di racconti di quel che ha fattovistoincontrato mentre era in giro per il mondo: se crollo di sonno dopo avergli chiesto cosa ne pensa di una nuova lampada e prima di dirgli quale lampo di genio filosofico  mi ha colto sulla via del supermercato, poi mi tocca aspettare il prossimo giro!

It is usually the third question people ask me after "How are you?" and "How's Viatrix?": "Where is the Senator ?"

7.11.11

ITA & ENG Momento di SLURP Domestico - Moment of domestic SLURP

4 comments:
(english version below the italian text)
L'idea di mettere a repentaglio l'ordine e la pulizia da me faticosamente raggiunti dopo giorni di anarchia domestica non mi entusiasmava.
L'idea di passare una giornata in cucina a spignattare, dopo tutta la settimana chiusa in casa dal malanno della Viatrix mentre il Senator era via per lavoro, ancora meno.
Invece, mentre fuori c'era il Nebbione, dentro a far compagnia a noi tre c'erano il Tempodichiaccherare, il Calduccio,  la Musica, il Vino (e il dvd dei Gosthbusters, recuperato non si sa come dalle manine della Viatrix).
E si, la marmellata d'arance e' venuta bene, ma sensazionale e'
THE LIME CURD 
4 limes
175 g di zucchero bianco
4 uova
110 g di burro

Pulire bene i limes, grattugiare la scorza di due (facendo attenzione ad evitare la parte bianca) e spremere il succo di tutti e quattro.
Sbattere con la frusta le uova e lo zucchero, poi aggiungere succo e scorza.
Cuocere  a bagnomaria e fuoco basso, aggiungendo il burro in tocchetti e poi  mescolando spesso, finche' il composto diventa spesso (puo' volerci fino a mezz'ora).
Conservare in barattoli sterilizzati, far raffreddare e consumare entro un mese.

The idea of threatening the order and cleanliness which I laboriously reached after days of domestic anarchy did not thrill me.

4.11.11

ITA & ENG Momento di SOB Domestico - A moment of domestic SOB

10 comments:
(english version below the italian text)
Sono andata a dormire con la casa quasi del tutto ordinata e pulita, mancando soli i bagni da fare l'indomani, prima di uscire a sfidare il Nebbione per andare a far la spesa, che nel frigo e' stato raggiunto l'eco.
Poi, stamani, durante la colazione

Amore, ricordati di comprare 6 lime, 2 kg di arance e 2kg di zucchero, domani voglio provare a fare la marmellata.

Ho visto scorrermi davanti agli occhi la premonizione di
superfici verticali e orizzontali, utensili, piatti, pentole e mondointero impiastricciati
nonche'
il compito di trovare il posto per i dolci vasetti cosi' creati su scaffali stracolmi di ogni bene, gia' faticosamente riorganizzati.

La sua anarchia domestica e' sfasata di π mezzi rispetto alla mia.
SOB

I went to sleep having the home almost completely neat and clean,  scheduling for the next day to do the

3.11.11

ITA & ENG Quando il Tato e' via per lavoro - When Daddy is away on a business trip

16 comments:
Quando il Tato va via per lavoro, entra dentro il mio aeroplanino e quando torna esce da li' .
Non so come fa a starci comodo, anche perche' ha sempre una valigia grande con le ruote, la  borsa portapicci' e un altro coso buffo che serve per tenerci dentro il completo.
When Daddy is away on a business trip, he enters into my little airplane and when he comes back he goes out from there.
I do not know how does he manage to be comfortable inside there, especially because  he always carries a large suitcase with wheels, the laptopbag and another funny case to keep his suit.


Quando il Tato va via per lavoro, la  Mamma al mattino mi mette nel lettone con lei, mi da il latte e i biscotti e cosi' faccio colazione mentre lei legge qualcosa, tanto le briciole  a lei non danno fastidio,
poi cambia le lenzuola poco prima che torni il Tato.
When Daddy is away on a business trip, Mom brings me in the morning  to the big bed, she gives me milk and cookies and so I eat breakfast while she reads somethingthe crumbs do not bother her, then she will change the sheets,
just before the return of Daddy.

Quando il Tato e' via per lavoro, la Mamma si mette la tuta e a me mette i vestiti piu' brutti che ho: ci sporchiamo e ci macchiamo tutte mentre gioco, mangio e ruzzo, 
poi  manda una sola grande lavatrice con tanto Ace Gentile poco prima che torni il Tato.
When Daddy is away on a business trip, Mom wears all the time a tracksuit and she puts me in my ugliest clothes: we get all dirty and full of stains while playing, eating and crawling, then she will do a single laundry,
just before the return of Daddy.

Quando il Tato e' via per lavoro, la Mamma cucina una pappa* sola per me e per lei e la mangiamo nella stessa scodella grande,
poi manda una sola lavastoviglie poco prima che torni il Tato.
When Daddy is away on a business trip, Moms cooks the same meal for me and her and we eat it out of the same huge bowl,then she will do a single dish washer, 
just before the return of Daddy.

Quando il Tato e' via per lavoro, la Mamma cucina con tutto quello che e' gia'nel  frigo e nella dispensa fino a svuotarli,
poi va al supermercato poco prima che torni il Tato.
When Daddy is away on a business trip, Moms cooks with whatever is already in the fridge and in the store cupboard until they are empty, then she will go to the supermarket,
just before the return of Daddy.


Quando il Tato e' via per lavoro, la Mamma sposta tutti i mobili del salotto ai lati e lascia tutti i miei giochi nel mezzo sul pavimento,cosi' io mi muovo su e giu' e ho tutto a portata di manina,
poi mette a posto poco prima che torni il Tato.
When Daddy is away on a business trip, Mom moves all the furniture of the living room against the walls and she places all my toys on the floor in the middle, so I can crawl around with everything at hand, then she will put all back as it was, 
 just before the return of Daddy. 

Quando il Tato e' via per lavoro, la Mamma proclama l'arnachia domestica,poi fa le pulizie poco prima che torni il Tato.
When Daddy is away on a business trip, Mom declares the domestic anarchy, then she will do the cleaning,
just before the return of Daddy.

Stasera il Tato torna e la Mamma e' da stamani alle sette che e' in piedi per fare tutto quello che fa
poco prima che torni il Tato.
Tonight Daddy will be back and Mom is up since 7am doing everything she does,
just before the return of Daddy.


*Siccome ho solo due denti, i menu' sono basati sulla mia capacita' di masticazione: polpette, gnocchi, imbrogliata, pure' di verdure, stelline, ricotta, pure' di frutta e fruttolo.
As I have just two teeth out, the menu is based on my chewing capability: meatballs, gnocchi, scrambled eggs, smashed vegetables, micropasta, ricotta cheese, smashed fruits and fruits cheese

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...