29.3.12

ita In aereo con il baby - Non farsi scoraggiare da un volo tremendo (o due..)


I consigli che scrivo su questo blog sono tutti frutto della mia esperienza di viaggiatrice, prima singola, poi appanzata, poi madre, adesso madre et appanzata. Il fatto che abbia imparato a comporre ad occhi chiusi in modo compatto il bagaglio a mano e la bustina dei liquidi, che  passi la vita a scovare gli aggeggi piu' leggeri, ripiegabili e componibili per far dormire, mangiare, giocare, nutrire etc la creatura in viaggio, che abbia imparato molte astuzie nelle procedure di viaggio per renderle piu' semplici, non vuol dire che ogni tanto, anche a me come a qualsiasi genitore, capiti il Viaggio Tremendo. Quello che nonostante tutti i tuoi sforzi di intrattenimento o consolazione o
disciplina, i tuoi panini pronti nello zainetto, le bottiglie di acqua e di latte, i giocattoli etc, sembra durare un secolo perche' la creatura piange piange piange si contorce e non ha nessuna voglia di star tranquilla.
Roba da uscire dall'aereo sordi come novantenni e sconvolti come dopo una maratona.
In particolare due degli ultimi cinque voli con la Viatrix sono stati un pianto unico, soprattutto perche' ormai e' troppo grossa per voler star buona sulle nostre ginocchia, anche se mancano ancora 6 mesi a quando dovremo per forza (e a questo punto anche per piacere), comprarle il proprio posto a sedere.
E poi ora vuole camminare e tenerla ferma e' davvero un'impresa.
Ciononostante, ripresami dallo shock del penultimo volo a piagnisteo continuo, ho elaborato un paio di strategie che si sono rivelate utili:
- (volando in economy con compagnia aerea non low  cost), al check in ho chiesto se il volo era completo oppure c'era la possibilita' di utilizzare un sedile vuoto per la bimba (dopo il decollo e prima dell'atterraggio, in queste due fasi il bambino sotto i due anni deve comunque essere allacciato al genitore e seduto sulle sue ginocchia) e meraviglia delle meraviglie, mi hanno detto che avrebbero segnalato la domanda al gate di imbarco ed in caso di posto vuoto confermato mi avrebbero stampato li' un boarding pass: al secondo volo la risposta  e' stata si, mi hanno stampato un boarding pass al momento  dell'imbarco e cosi' in aereo la bambina ha avuto piu' spazio  accanto a me per giocare ed e' stata piu' tranquilla.
- ho ripetuto la domanda sui due voli successivi, il primo era completo e la Viatrix ha sfinito sia me che il Senator (secondo Volo Tremendo) coi suoi lamenti, il volo di coincidenza successivo anche era completo ma  l'addetto al check in ci ha assegnato i posti nell'ultima fila in fondo. E' stato geniale, perche' 1) avendo il bagno cosi' a portata di mano l'eventuale cambio pannolino richiede pochissime manovre di avvicinamento 2) l'assistente di volo responsabile della coda si e' rivelata molto cordiale e ci ha offerto di far camminare la pargola su e giu' per il vano posteriore finche' non fosse cominciata la procedura di decollo, in modo da farla stancare un po'. Eventualmente mi ha detto che anche durante il volo avrei potuto farla passeggiare li' in fondo supervisionandola. D'ora in poi domandero' se i posti in ultima fila sono liberi!
E poi gran botta di fortuna: un sedile alla fine era libero perche' un passeggero non si e' presentato e il nostro vicino di posto si e' offerto di spostarsi in modo da lasciare il suo posto alla bimba, che dopo aver sgambettato felicemente ad alta quota si e' addormentata, per la nostra coniugale gioia: per quanto abbia paura di volare, mi sono gustata il silenzio di questo ultimo volo come un regalo del cielo!

Altri post su come viaggiare, spostarsi e volare in gravidanza o con bambini piccoli

5 comments:

  1. Ti aggiungo un tip ingegneristico... i posti in "coda" sono i più sicuri!!!

    Io quando posso scegliere scelgo sempre le ultime file... ;-)

    ReplyDelete
  2. E poi nei posti in coda non ci si vuole mai sedere nessuno, quindi in realtà dovrebbe pure essere facile trovarli liberi o fare a scambio ... Devo consigliare la strategia a vari amici, che poi quando sei lì magari non ci pensi e invece sono piccole accortezze che facilitano molto le cose!

    ReplyDelete
  3. Ecco, lo sapevo...i miei timori non erano infondati...Voliamo martedì, io e il "gordito", e immaginavo che ora che cammina mica vorrà starsene seduto su di me...(in effetti le altre volte un po' si contorceva, ma alla fine riuscivo a distrarlo).
    Proverò a chiedere se per caso c'è un posto libero da lasciarmi vicino...oppure di mettermi dietro o lo farò camminare!

    Sonia

    ReplyDelete
  4. Sì, a quest'età i bimbi sono paradossalmente più impegnativi!
    A proposito di voli, ricordo un volo dal Cairo a Roma con Egypt Air in cui io viaggiavo con le due bimbe. Al momento dell'assegnazione dei posti mi avevano sistemato in questo modo: le due figlie 6 o 7 file più avanti rispetto a me! Me ne sono accorta all'ultimo controllo e l'ho segnalato, lì mi hanno detto di dirlo alla hostess ma arrivata sull'aereo la hostess non se n'è affatto occupata dicendomi che avrei dovuto chiedere io ai passeggeri la cortesia di spostarsi e lasciarmi il posto. Ero andata su tutte le furie, ma loro non capivano la gravità della cosa, per non parlare delle bambine (allora erano più piccole) che piangevano perché non volevano stare sole!

    ReplyDelete

Si elemosinano commenti da chi ha un briciolo di tempo in piu'

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...