7.11.12

ITA Diamo a Jill quel che e' di Jill

Onestamente,delle email sempre piu' minatorio- catastrofiche di Jim Messina &Co non ne potevo piu'.
Ieri gli strateghi della campagna democratica abbiano raggiunto l'apice dell'aggressivita' creativa nel titolare l'ennesima cosi': MAKE 3 CALLS NOW - THERE'S NO TOMORROW.
Oggi si parla dei vincitori, Obama e Biden e dei vinti Romney e Ryan. Si parla di Michelle.
Io, care mie quattro lettrici , se gia' non la conoscete, vorrei porre la vostra attenzione su una donna che e' davvero cool, tosta, forte.
Non so negli Stati Uniti, le bloggers oltreoceano potrebbero dirmi, ma di sicuro qua in Europa passa in sordina proprio perche' gia' Michelle e' cool, tosta e forte e  lo spazio sui media per le donne cosi' e' limitato: dal Sun al Corriere, vuoi mettere quanti piu'  click ti fa un link alle varie grandifratelline e alle generiche tettonesenzartenepparte?
Non sono una fan sfegatata di Obama, ma sono contenta che per i prossimi quattro anni, a rappresentare coloro che fanno un lavoro importante (l'educazione e' il cemento del futuro di ogni nazione), ci sia ancora lei, Jill (qui il suo blog ufficiale e soprattutto qui le valuazioni dei suoi studenti)

3 comments:

  1. Mi vergogno a dirlo ma la sto scoprendo con te. Il marito si', l'ho ascoltato, e mi pare non goda di fiducia incondizionata. Ma di lei davvero non sapevo nulla. Mi informero'.

    ReplyDelete
  2. A me Jill Biden piace tanto. Potrebbe tranquillamente andare in giro a dare lectures ben remunerate, invece continua ad insegnare in un community college. Sembra una persona diretta e sincera. E poi anche io, quando abitavo in Virginia, insegnavo in un community college, quindi sono di parte.

    ReplyDelete
  3. Confesso anch'io la mia profonda ignoranza sul personaggio. Mi sembra degno di nota.

    ReplyDelete

Si elemosinano commenti da chi ha un briciolo di tempo in piu'

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...