9.11.12

ITA La camicia a quadrettoni

Oggi, mentre tornavo a casa  sotto il sole che spaccava il vento delle montagne, con uno zaino sulla schiena, la piccola infagottata davanti, le braccia tese a  spingere il passeggino con dentro la grande e i manubri carichi delle buonezze reperite per la gioia familiare del weekend (una tonnellata di agnolotti del plin, cannelloni ripieni, formaggi assortiti di malga, verdure d'orto e non d'Olanda, zucchine verde chiaro, pomodori maturi e mandaranci di Sicilia, le uova della vecchietta matta con le piume sul cappello), mi sono resa conto che mi mancava solo una cosa per essere come i Veri Uomini di anniottantesca memoria: una camicia a quadrettoni
Come lui, che di certo avrebbe saputo subito come estrarre i pennarelli da una borraccia.
Come lui che dopo aver dormito sotto la coperta di patchwork della nonna, usando la sella  come guanciale, si alzava all'alba e passava tutto il giorno sul  suo destriero a guidare la mandria su e giu' per le praterie.
Come lui che anno dopo anno si e' fatto un mazzo cosi' nella merda delle stalle e giu' dai burroni a salvare i cavalli per poi avere dei figli schizzinosi che salvano anfore o concertisti.

Per una madre, la giornata non e' mai finita, ma e' il mio lavoro e l'ho scelto io
Arrivare appena in tempo ad impedire i disastri di mia figlia di due anni, farmi mungere dalla piccola e cambiare a rotazione pannolini pieni di cacca e pipi'.
Queste sono le mie soddisfazioni, queste bimbe, questi profumi, cose uniche.

Stasera aspettero' che le bimbe si addormentino, che fuori si scenda sotto zero, mettero' la camicia, la copertina sulle gambe, apriro' il nuovo numero di marie claire idee di natale e mi sentiro' pronta per affrontare un'inverno pieno di disastri da evitare, di cacca da cambiare e di tanto tanto amore.

Dedico questo post  a Francesca che il veterinario l'ha sposato davvero e ieri ha dato alla luce Matteo (la camicia a quadrettoni te la porto a Pinerolo)

9 comments:

  1. che ridere, Vale! soprattutto lo spot modificato con le tue parole.
    comunque la vita all'estero mi aveva privato della gioia di vedere in tv i concertisti ubriachi di montenegro, menomale che l'hai postato.
    ce l'hai fatta coi pennarelli? l'idea di avvolgerli nel volantino mi sembrava buona...

    ReplyDelete
    Replies
    1. la soluzione e' stata riempire la borraccia di acqua: prima sono spuntati fuori i pastelli e dopo i pennarelli!

      Delete
  2. Valentina, sono stata collega e sono amica di Francesca, e tempo fa mi aveva segnalato il tuo blog, in particolare per le dritte sui viaggi, siccome vivo negli States. Hai fatto un lavoro super approfondito, complimenti.

    ReplyDelete
  3. ahahahah...bellissimo lo spot modificato :)

    ReplyDelete
  4. No problem per la camicia a quadrettoni, ogni buon veterinario non gira mai senza! ;)

    ReplyDelete
  5. Ecco da dove viene il mio ideale di uomo un po' rozzo e puzzoso di caprone, ma amante degli animali! Che mi hai fatto ricordareeeee ...

    ReplyDelete
  6. E chi l'avrebbe detto che a distanza di due anni ricommento dicendoti che ora la camicia a quadrettoni ce l'ho pure io?

    ReplyDelete

Si elemosinano commenti da chi ha un briciolo di tempo in piu'

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...