24.9.12

ITA Per fare l'expat mamma e' essenziale

22 comments:

Non ammalarsi.
Mai.

Sono qua che mi destreggio tra figlia1 e figlia2 mentre consumo quintali di fazzoletti e tossisco l'anima, controllando  ogni mezz'ora se ho ancora la febbre e soprattutto se le due non hanno preso la febbre da me.

Io che per oggi avevo in programma, oltre che pulire la casa (per quanto possa essere pulita una casa con dentro una mesenne e una quasiduenne), anche di:

fare un album on line di foto del primo mese di Alice per la gioia di parenti e simpatizzanti


Aggiustare questa carrozzina per bambole un po' scassata che la mia vicina mi ha portato ieri per la Viatrix

20.9.12

ITA Baideuei

13 comments:
Non l'avevo scritto ne' annunciato per paura che portasse sfiga, visto che se gli amici del Senator quando dichiarano di volerci venire a trovare, al 99% si materilizzano nell'arco di qualche settimana,  invece le mie amiche due volte su tre incresciosamente rimandano "alla prossima volta". Non me la prendo, il lato positivo di tutte loro e' che quando passo da Torino e da Milano riescono sempre ad avere qualche ora libera per incontrarmi nei giorni e nei tempi in cui sono disponibile io (i miei raid italici sono scadenzati quasi ora per ora per riuscire ad incontrare quante piu' amiche possibile) o mi ospitano direttamente a dormire per la sera, anche con la pargola.
Questa volta, invece, senza che me l'aspettassi o che ci sperassi, e' accaduto che ho incontrato qua, nel paesello accanto al mio minipaesello, una ragazza italiana che prima delle vacanze mi ha scritto dopo aver letto il mio blog.
Ero cosi' contenta  di poter parlare dal vivo nella mia lingua con una persona adulta (e simpatica), specie dato che il Senator era via da 6 giorni  per lavoro, che l'ho travolta di chiacchere...la prossima volta mi riprometto di ascoltarla.
Perche' la cosa bella, e' che ci sara' una prossima volta tra pochi giorni.
E siccome siamo italiane, bando agli indugi, l'ho invitata a casa mia per una tarda colazione: e' la volta che apro l'ultima confezione di Crema&Gusto nella dispensa!

18.9.12

ITA & ENG Me and Gwyneth

13 comments:
(english version below the italian text) L'altra sera, mentre girellavo su internet gustando il primo silenzio da inizio giornata, ho trovato tramite Cappuccino&Baguette, un link ad un post di prodotti di bellezza francesi. Scritto da Gwyneth Paltrow. Cosi' ho preso coscienza  di avere sulla mensola del bagno le stesse cose che stanno sulla mensola del bagno di Gwyneth: piu' della meta' dei prodotti da lei indicati corrisponde al mio parco beaute', (con la sola differenza che il mio parco beaute' poi e' esaurito cosi', il suo suppongo sia ben piu' ampio...)
Il giorno dopo e' iniziato molto presto, primo allattamento alle 6, poi la Viatrix si e' svegliata col suo consueto grido da Tarzan e le  successive 7 ore prima dell'arrivo del Senator, di ritorno dopo quattro giorni, sono corse via in un battibaleno tra cambio cacca figlia1, svuota la lavasto, bagnetto figlia 2, riempi la lavasto, raccogli da terra quello che ci ha lasciato figlia 1, spazza per terra, raccogli quello che ha appena spalmato per terra figlia 1, allatta figlia 2, cambio cacca figlia 2, cucina pranzo figlia1, pulisci tavolo e pavimento dopo che figlia 1 si e' nutrita, cucina la caponata e gli involtini di carne per me e il Senator, sistema giocattolo divelto da figlia 1 inconsolabile, cucina la caponata e gli involtini di carne per me e il Senator, riallatta figlia 2 e cosi' via..finche' e' arrivata la chiamata del sono al parcheggio dell'aeroporto, arrivo tra mezz'ora e non vedo l'ora di vederti.
Ed e' li' che ho esalato: amore per pranzo c'e' la caponata e gli involtini di carne preferisci spaghetti all' amatriciana o alla carbonara?
Messa l'acqua al fuoco e cipolle pancetta e pelati a pezzi in padella a cuocere, verificato che figlia1 fosse temporaneamente impegnata in attivita' non pericolose e-o sporchevoli e che figlia2 Diolabenedica dormiva, sono andata a far pipi' e cosi' nel lavarmi le mani ho avuto tempo di alzare lo sguardo verso lo specchio: Mon dieu, mi erano esplose le sopracciglia nottetempo?
Ecco, io e Gwyneth abbiamo le stesse cose sulla mensola del bagno, poi pero' io non ho nemmeno tempo di guardarle, visto che la mia routine de beaute' per rendermi decente prima dell'arrivo del Senator potrebbe essere cosi' scomposta e analizzata:
1) lavarsi i denti
2) spinzettare le sopracciglia (in maniera concentrata, senza farsi distrarre dal pianto in sottofondo di figlia 1

14.9.12

ITA Pensieri (s)fusi

14 comments:
Ci sono periodi che hanno la caratteristica duplice e opposta di essere intensi e velocissimi.

Di queste ultime tre settimane ho 2 giga di foto e video che ritraggono Alice e la Viatrix,  e le medesime con me, il Senator, i Nonniani ed i Nonniski.
Ciononostante, sono molti di piu' quei momenti non scattati, non ripresi, che sono  gia' centinaia di ricordi che ti chiedi come farai a non dimenticare, specie quel visino cosi' piccolo che ogni giorno e' un po' diverso dal giorno prima e  nessun occhio digitale riesce a ritrarre senza deformare, o quell'espressione di risata enorme, risata di bocca, di denti, di occhi, di riccioli d'oro, di tutti e 90 i cm del suo corpo che si muove di quella risata troppo velocemente per qualsiasi flash, una risata che ti riempie di gioia a guardarla ma che l'attimo dopo gia' e svanita.
 
Alcune giornate sono sembrate infinite, perche' nate in coda a notti dove ho fatto la zombiependolare del corridoio con le fermate
Talamo Nuziale(camera nostra)
Tetta Time (studio dove abbiamo incastrato il lettino e dove c'e' il divanettodiquandoeravamopoverimabelli che mi torna comodo per allattarla la notte)
Hopersoilciucciovoglioancoralattesonobagnatahopauradelbuiomammaabbracciamierestaquicon me (ex camera degli ospiti diventata cameradibea)

altre giornate invece sono volate tra risate, chiacchere e spignattamenti.
Di sicuro c'e' che questa volta, non dovendo imparare nulla, ma solo ricordarmi quel che facevo nemmeno due anni fa com'e' possibile sono gia' passati due anni????, anche se in teoria ho meno tempo per Ali, dovendomi occupare anche di Bea, in pratica il tempo che passo con la nuova arrivata lo vivo veramente bene, senza stress, in modo pieno.
Anche aiutata dal fatto che tocco ferro lei e' del genere tetta nanna e son contenta, ovvero quel tipo di neonati dei quali ero giunta a negare l'esistenza per preservare la mia sanita' mentale e non sentirmi la madre piu' sfigata sulla terra, condannata ad essere succhiata viva nelle mie infinite maratone di biathlon muccaggio - coliche  con Bea

Bea dal primo contatto con Ali si e' dimostrata interessata e ben disposta, preoccupandosi fin da subito del fatto che Ali abbia il ciuccio ben ficcato in bocca, anche quando lei non lo vuole e che il Signor Pecorella sia nel lettino. Col passare dei giorni ha preso l'abitudine di darle i bacini sui piedi e di accarezzarle la testa. Io mi sciolgo totalmente a guardarla esprimere tanta dolce protezione: ero preparata all'idea che tentasse di eliminarla fisicamente,neanche nelle mie piu' rosee previsioni su come l'avrebbe accolta e accettata mi ero immaginata gesti del genere. Ora vorrebbe prenderla in braccio e quando torniamo dalla passeggiata, dopo che si leva le sue scarpe, si precipita a cercare di aprire le cinture del passeggino per liberare la piccola. Da qualche sera le piace addormentarsi prendendo il biberon mentre io allatto Ali sul suo letto: si acciambella mettendo la testa sul lato di me libero e cosi' plana nel sonno. Io poi in qualche modo trovo il sistema di alzarmi con un braccio occupato dai 4kg e passa di Ali e una gamba immobilizzata dai 13 e passa di Bea.

Tutto cio' per aprire una finestra su quel che e' in questo momento in corso a casa mia.

Ovviamente il mondo fuori va avanti e per quanto io sia primariamente assorbita dalla mammitudine, non significa che non abbia avuto modo di avere qualche altro pensiero su pezzi di realta' esterna, come:

- festival del cinema di venezia. qua trovate i miei pensieri e quelli delle mie amiche riguardo al red carpet: ora, per carita', sono 4 anni che mi vesto quasi sempre stile amicadimaria (in tuta), ma se dovessi mettermi un abito da sera, sarei ancora in grado di distinguere una merdaancorche'firmata da un bel vestito.

- si sono svolte le conventions del partito repubblicano e del partito democratico negli Stati Uniti. Che ho seguito principalmente attraverso il Daily Show di Jon Stewart (potete vedere le puntante gratis sullo streaming legale del sito). In teoria e' un programma di satira giornalistica, in pratica spesso Stewart mette il dito nella piaga con ragionamenti che non fanno la minima piega. Tuttavia, per farvi davvero tante, tante risate, non c'e' bisogno questa volta di Stewart e dei suoi corrispondenti..basta guardare  la versione integrale originale del discorso di Ann Romney alla Republic National Convention.Ora, a parte che nel mezzo della peggior crisi dal 29, gia' che sei milionaria, presentarti in tv con addosso orologio, orecchini e bracciale d'oro massiccio, non ti mette  in connessione col pubblico medio, ma possibile che nessuno ti abbia voluto abbastanza bene da ascoltarti ripetere (ammesso che tu l'abbia ripetuto e non che l'hai letto per la prima volta sul gobbo elettronico quella sera) questo discorso e dirti Annina, cara, 1) il testo e' penoso iwanttotalktoyouaboutlooooove ad essere buoni e involontariamente comico ad essere cattivi 2) quando parli il tono della tua voce deve essere connesso al testo, le risatine isteriche e i rialzi ti fanno sembrare uscita dall'uovo di Pasqua?
Aggiungi che la settimana dopo parla una che di sicuro ha il discorso imparato a memoria da settimane, senza bisogno di leggere sul gobbo elettronico, che sta simpatica pure a quelli che detestano suo marito, che sa come modulare la voce perche' ha fatto l'avvocato per svariati anni...cara Ann, forse davvero il tuo posto e'  dentro le cucine delle tue ville a supervisionare le governanti che preparano le torte di mele.

- Miss Italia.Non l'ho visto, non mi ricordavo nemmeno che ci fosse. A tempo scaduto, ho dato una scorsa alle foto delle candidate e aldila' delle solite cozze che ti chiedi come diavolo e' che sono arrivate tra le 100 finaliste, quel che mi ha fatto rabbrividire sono alcune delle descrizioni aggiunte per dare un'anima a questi corpi. Ne cito solo due perche' non voglio vincere il premio post piu' logorroico della storia: Miss Valdaosta, che vorrebbe entrare nel mondo dello spettacolo e andare a cena con Rita Levi Montalcini per chiedergli consigli importanti su come diventare un esempio per tutte le donne.
Aldila' della costruzione semantica per cui rimango perplessa su come distinguere la richiesta di consigli dalla richiesta di consigli importanti, mi domando come Rita Levi Montalcini possa dare consigli per diventare un esempio nel mondo dello spettacolo per tutte le donne, mi domando se Rita Levi Montalcini possa essere considerata un esempio per tutte le donne (io francamente non discuto le sue provate doti intellettuali, ma umanamente mi pare un po' stronza, preferisco allora quella mattacchiona della Margherita Hackke) e soprattutto se Rita Levi Montalcini vorrebbe andare a cena con Miss Valdaosta.
Miss Veneto invece vorrebbe in futuro lavorare coi bambini disagiati e lavorare nello spettacolo e nella moda, ergo vorrebbe lavorare per i bambini attori e modelli disagiati. Chissa' quali traumi affliggono i bambini che sfilano per Pitti Immagine Bimbo.
In conclusione, preferivo le Miss di qualche anno fa che anziche' cercare di darsi un tono da intellettuale, dicevano semplicemente che i loro piu grandi desideri erano (nell'ordine): diventare famosa, sposare un calciatore e la pace nel mondo.

bene, direte, ma col poco tempo libero che hai, perche' leggi e scrivi di queste stupidaggini quando in Siria un pazzo dittatore uccide bambini?
Perche' non ce la faccio a leggere di queste atrocita', non ce la faccio neanche a pensarci.
Due giorni prima di partorire ho pianto a dirotto causa ormoni gravidici durante e dopo la visione di The Hunger Games e faccio ancora gli incubi a riguardo.
Saranno  ancora gli ormoni da latte, sara' la stanchezza delle sveglie notturne, sara' che osservo le mie bimbe e mi paiono due miracoli enormi quanto fragili, ma non riesco in questo momento a guardare in faccia la realta' brutta, brutale e ingiusta. E non voglio nemmeno sfregiare questi giorni speciali ed irripetibili dell'inizio della nostra vita in 4, che corrono cosi' veloci, con l' angoscia per le cose orribili che accadono nel mondo fuori da casa mia e contro le quali non posso far nulla di concreto.
Allora mi faccio due risate su Miss Valdaosta, su Ann Romney, sui vestiti dela Casta e spero di aver fatto ridere anche chi mi ha letto.

5.9.12

The Italian Experience:: The Greatest Gift - Cittadini del mondo crescono

3 comments:
The Italian Experience:: The Greatest Gift - Cittadini del mondo crescono
non si vince nulla...ma se vi va di mettere un like su questo link o retwittarlo o spammarlo in giro ai vostri amici nemici e conoscenti....magari mi arriva una caffettiera!!!

3.9.12

ITA per chi googla "parto naturale dopo cesareo" & "epidurale"

33 comments:
Sono passati 13 giorni da quando e' nata Ali:, prima che i ricordi tecnici del parto svaniscano, lancio nel mare magnum di Internet la mia esperienza, a possibile beneficio di tutte coloro che ogni giorno cercano su google "parto naturale dopo cesareo" e "parto epidurale".

Qualche mese fa scrissi qui che secondo me il parto è come l'esame di maturità: puoi sentire milioni di storie di com'è andata agli altri, ma il tuo sarà comunque diverso. Tre settimane dopo il parto, non gliene fregherà più nulla a nessuno, te compresa, di da che parte è uscita la creatura.
Adesso che posso dire d'aver provato anche il parto naturale, che alcuni considerano il "vero" parto, mentre il cesareo sarebbe un succedaneo, non solo confermo il mio pensiero ma lo estendo: non esistono parti di serie A e parti di serie B, non ci si sente piu' o meno madre ad avere tirato fuori la creatura da sopra o da sotto, e se proprio volete una differenza tra cesareo e naturale, eccola: dopo il cesareo fa un male maledetto stare in piedi, dopo il naturale fa un male maledetto stare seduta. La dose di paracetamolo e' la stessa.*
*I tempi di recupero sarebbero in teoria piu' rapidi nel caso di naturale, ma se poi ti tocca una episiotomia da svariati centimetri, allora un cesareo facile passa piu' in fretta.

Qualora non lo aveste letto, questo e' il post che scrissi dopo la nascita dela Viatrix (cesareo programmato perche' la bimba stava seduta in orizzontale a gambe incrociate...)

Siccome non avevo nessuno a cui lasciare la Viatrix, non ho fatto il corso pre-parto questa volta. E la volta precedente ho saltato le ultime tre lezioni, dove mi avrebbero insegnato la respirazione e la spinta, visto che fu deciso di fare il cesareo perche' la bimba era seduta a gambe incrociate.
Mi sono avviata verso il parto naturale
1) abbronzatissima (beh, dopo aver passato in Spagna la 35,36 e 37esima settimana, era il minimo
2) ignorantissima sul da farsi una volta giunta al momento topico: le uniche due istruzioni ricevute e trattenute

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...