31.10.12

ITA dal chemmimetto al chemmifrega

12 comments:
Erano almeno 3 settimane che cercavo il tempo di fare il cambio di stagione dei miei vestiti, una faccenda che richiede circa due ore tra prendere le due scatolone dell'inverno dalla cantina, recuperare l'estivo & premaman residente nell'armadio a muro sotto forma di un tornado passava di qui e scambiare gli addendi (mettendo le cose invernali a modino, cosi' prima di arrivare all'entropia da un tornado passava di qui ci vogliono almeno 20 giorni).
Mentre domavo il tornado estivo e mi ritrovavo a dire: guarda sta maglietta l'ho presa al mercato a Torino dieci anni fa ed e' ancora bella, sto vestito di h&m ha solo due anni e sembra uscito dalla bocca di doberman, certo che la roba che si trova ora non e' piu' indistruttibile come una volta, per fortuna ho i vestiti fatti da Wendy che mi stan bene senza tempo,  mi sono resa conto di aver superato da un po' quella sottile linea che divide l'entusiasmo dello shopping della gioventu', quando tutto nelle vetrine di via Po sembrava ogni mese nuovo e pronto a colmare la sensazione di non aver nulla da mettermi*, dall'acquisto consapevole del fatto che staroba andava gia' di moda cosi' solo leggermente piu' stretta, piu' lunga o piu' larga otto anni fa quando finivo l'universita' e sedici anni fa quando ero al liceo... quando ti accorgi che il tuttolilla, il tuttosenape, il tuttopetrolio, il tuttogrigio l'hai gia' visto, gli abiti bianchi strappati da vergine pazza l'hai gia' visto, le camicie a quadrettoni dei Grunge e poi di Madonna e ora di Chissacchi' che qua non ho Mtv e sono rimasta indietro l'hai gia' visto, si insinua un senso di distacco e, consentitemelo, di machissenefrega e una vena anarchica mi coglie quelle rare volte che ancora  mi capita di sfogliare uno di quei giornali che indicano le 10 borse must have (ma perche' si devono avere? chi l'ha deciso?), l'ennesima revisione del trucco smokey che comunque a me e' sempre riuscito piu' stile panda che stile brigitte bardot, il tacco impossibile da camminarci sopra senza finire a prendere due moment prima delle sei di pomeriggio...

* per poi finire ad avere 6 maglie a maniche lunghe con la zip ed il cappuccio nere, naturalmente tutte diverse, eh

Le prime avvisaglie del rendermi conto che tutta sta faccenda della moda e' una cosa tanto piacevole quanto non necessaria, le ho avute quando all'universita' ho inziato a passare parecchio tempo in montagna: i ragazzi

25.10.12

Il mio pensiero per te

3 comments:

Ieri quando ho letto di voi ho trovato solo poche parole per scriverti quel commento.
Non ti dedico un post vero e proprio perche' non ho altro da aggiungere a quello che altre persone che stimo hanno scritto o dipinto con sensibilita'.
Io ho passato solo 48 ore nel buco nero, tra la morfo e l' ecocardio. Sono state 48 ore di buio nei giorni del solleone di Luglio. La paura di quel che poteva essere e che poi non e' stato mi ha insegnato ad essere grata ogni giorno di avere loro due e mi ha avvicinato alla dimensione del buco nero in cui altri genitori, meno fortunati di noi, sprofondano in quel momento.
Queste poche righe solo per dirti che siete nei miei pensieri e nelle mie preghiere, perche' il vostro futuro possa illuminarsi di nuovo, anche della luce della vostra stellina, perche' voi riusciate ad essere insieme piu' forti del dolore che state vivendo.
Un abbraccio


22.10.12

ITA Think about your unfulfilled potential

3 comments:
“Consult not your fears but your hopes and your dreams. Think not about your frustrations, but about your unfulfilled potential. Concern yourself not with what you tried and failed in, but with what it is still possible for you to do.”

Ho trovato questa frase sulla parete della Parrocchia Cattolica di Lingua Inglese a Ginevra, scritta divisa in tre pannelli, come fossero tre tweets. Immediatamente ho pensato a quante volte rimbalzano sui social networks le frasi di personaggi che sono universalmente riconosciuti come capaci di essere fonte di ispirazione, aldila' di ogni religione o ateismo, mentre, che a me risulti, le frasi di Papa Giovanni XIII* no.  
*Ci fosse stato twitter ai suoi tempi, e' probabile l'avrebbe usato e di followers ne avrebbe avuti parecchi.  

Per dire, le frasi del Dalai Lama danno ispirazione e sono piene di buon senso non solo per i buddisti ma per tutti quelli che le vogliono considerare. E nessuno si domanda se Steve Jobs fosse ateo o credente di quale credo, per ritenere che il consiglio di affrontare la vita rimanendo affamati e sognatori, sia un buon consiglio.
Solo che un Papa si fa fatica, io per prima, a scinderlo da tutto il contorno della Chiesa cattolica e considerarlo  solo come un pensatore, un filosofo o semplicemente un personaggio che puo' essere ritenuto

19.10.12

ITA Prossimamente

9 comments:
Le caselle del calendario di Hopper appeso in corridoio hanno ricominciato a popolarsi: il Senator e' appena tornato da una settimana di lavoro oltreoceano e armato di penna e blackberry ha segnato i prossimi spostamenti professionali, le date di quando amici, pargolati e non , verranno a trovarci, le sere in cui avremo ospiti a cena di lavoro, i weekend in cui ci sposteremo noi (primo volo di Alice fissato per il 30 novembre).
Lunedi' Alice compie due mesi e lunedi' sera (o forse martedi') avremo a cena un ospite di lavoro (o forse due) che non si sa ancora chi e' (ne' quindi posso gia' sapere se per motivi di religione, ideologia o allergia devo escludere dal menu certi alimenti o altri). Insomma, il periodo di assestamento e' ufficialmente finito: ricominciano a pieno ritmo la giostra organizzativa da expats, sia nel senso outbound (spostamenti - valigie - prenotazioni )  e che in quello inbound (ospiti - cene - pernottamenti ) e tutte le attivita'  relative della mia tranquillissima vita da casalinga all'estero
cercare alberghi, biglietti, coincidenze, organizzare orari per riuscire a vedere quanti piu' amici possibile quando siamo in esterna ed ospitarli al meglio in interna, pulizie,  io ooooodio le pulizie, inventare e  preparare menu politicamente e/o religiosamente corretti,  regali da fare, biglietti di ringraziamento, di auguri e  di partecipazione da scrivere ecetera, piu' occuparmi delle bimbe, piu' occuparmi della normale amministrazione (bollette, multe, posta, vaccini , lavatrici, il giocattolo da aggiustare, il bottone da ricucire, ) e ah si, spinzettare le sopracciglia e lavarmi i capelli.
Concludo quindi questo periodo di post parecchio mammeschi con qualche foto delle ultime operazioni diy e vado a recuperare quell'aspetto di me da first lady in charge che dovrebbe essere ancora da qualche parte in questo corpo distributore di latte perennemente infilato dentro una delle tre tute fintodefilippi prese da Decathlon nell'unico momento shopping di questi ultimi due mesi (insieme ad un vestito di pizzo elasticizzato da strappona  comprato quello stesso giorno, che obiettivamente giacera' per sempre inutilizzato, ma in quel momento serviva di motivazione mentale. E comunque da Pimkie nel paesello francese hanno un camerino enorme abbastanza da poterci entrare con passeggino gemellare alla bisogna, quindi di madri in cerca di compensazione da Decathlon ce ne devono essere tante)
Guarda caso le caselle piene di nomi del mese di novembre stanno sotto questo quadro:




16.10.12

Baby Armamentario di Viaggio - Lavagnetta ad acqua da Viaggio

1 comment:
Questo e' un post diverso perche' il gioco da viaggio non l'ho scovato io ma e' arrivato in regalo proprio stamattina per il compleanno della Viatrix: grazie Tiziana , amica zingara di vecchia data nonche' official skype pediatrician delle mie pargole :-) !!!

Trattasi di lavagnetta doppia per disegnare ad acqua, inserita in una valigetta di plastica impermeabile, con l'elastico portapenna ad acqua in dotazione, leggera e munita di manici! La inaugureremo al prossimo viaggio!

15.10.12

ITA La giornata del lutto neonatale - the babyloss awareness day

12 comments:

Oggi in Uk e' la giornata del lutto neonatale, evento organizzato a partire dal 2002 sulla scia dell'equivalente americano, sia per dare un segnale a chi vive questa esperienza affinche' sappia di potersi appoggiare a professionisti qualificati e a una rete di altri genitori che purtroppo vivono lo stesso dolore, sia per far riflettere chi circonda i genitori che stanno affrontando questo lutto.

Un'anno fa, mentre ero a Milano Centrale con la Viatrix felicemente cotta nel passeggino con un netto anticipo sul treno per Ginevra, mi sono fatta un giretto in libreria per vedere cosa era uscito di nuovo, visto che a casa nostra ormai entrano quasi solo libri in inglese, cosi' li possiamo leggere tutti e due.
A voi che mi mancate tanto era il titolo. L'ho aperto nel mezzo per leggere due passi e mi sono sentita attraversare da mille lame infuocate, gli occhi pieni di lacrime, il cuore ha preso a battere a mille. Non ho nemmeno dovuto leggere il risvolto per capire di che cosa si trattasse. L'ho chiuso e ho pensato che sicuramente era un libro di quelli che nella vita si devono leggere, come Se questo e' un uomo, ma io non ce la potevo fare perche' andava a toccare nel profondo la mia paura piu' taciuta e enorme.

Chi mi legge da un po' conosce la storia di Lara, la gioia che la sua nascita ha portato non solo ai suoi splendidi genitori ma anche a tutti coloro che vogliono loro bene, inclusa una tipa come me, che ha conosciuto sua mamma grazie a un forum donnesco.
Un mese dopo questa piccola stella e' volata in cielo e il dolore e' immenso, quanto la gioia che ha portato con se' il 4 febbraio 2012.

In questi mesi, mentre io stessa cercavo di elaborare o almeno di gestire il dispiacere che provo per la scomparsa di Lara,  ho cercato di dimostrare affetto alla sua mamma nel modo piu' adatto alla circostanza: non e' facile. Da un lato non voglio dare l'impressione di far finta di nulla, perche' non e' cosi' e non voglio

11.10.12

Baby dritte di viaggio - Sconto pargolo sui treni in Francia

Inauguro con questo post una serie di indicazioni su quelle carte o abbonamenti che permettono di viaggiare pargolati in treno nelle diverse nazioni usufruendo di uno sconto.
In Francia i bambini da zero a tre anni seduti sulle ginocchia dei genitori non pagano il biglietto del treno.
E' possibile acquistare un posto a sedere per gli zerotreeni pagando un biglietto cosiddetto forfait, quindi ad una cifra minore di quella per i bambini da 3 a 12 anni (50% della tariffa adulti), calcolata in base al tipo di treno e alla lunghezza del percorso.
Tuttavia, se abitate in Francia o se pensate di andare a Parigi con il Tgv partendo dall'estero, conviene valutare l'acquisto della Carte Enfant + che ha le seguenti caratteristiche:

10.10.12

Baby Armamentario di Viaggio - Pimp my ride / Mom Edition

3 comments:
Partendo dall'idea di regalare alla Viatrix un vassoio da gioco in auto con tasche, mi sono allargata a pensare ...a tutta l'auto:  ecco alcuni oggetti scovati on line che risolvono le necessita' che si scoprono nel trasportare i piccoli passeggeri. (e come far si' che chiunque dando un'occhiata attraverso i finestrini sappia che la vostra NON e' un'auto da single...)

9.10.12

ITA 2 anni (di) luce

13 comments:

Lo scorso sabato la Viatrix ha compiuto due anni, oltre che festeggiare lei, questo miracolo della Natura che distribuisce danni e sorrisi in parti uguali, abbiamo anche da festeggiare noi stessi: sono gia' due anni che non dormo   viviamo il presente e il futuro sotto una luce diversa, e cercando di ricordare quel " passato prima che arrivasse lei", sembra cosi' distante nel tempo, come se fosse una vita precedente, perche' in questa ho la sensazione che lei ci sia sempre stata.
Visto che i bambini non ci vengono recapitati con la guida galattica per genitori, mi sono domandata nei giorni precedenti come fare in modo che lei si accorgesse che fosse un giorno speciale, diverso dagli altri e "suo". In piu' essendo una bambina expat, non ha ne' nonni e zii vicini e ancora non ha compagni di asilo o di scuola da cooptare per farle festa intorno.
Cosi', compatibilmente con la mia stanchezza mostruosa ridotta riserva di energie e di tempo, ho elaborato il seguente piano, che mi va di condividere con voi, care lettrici del salottino di desperate expats, e con coloro che sono finite qui perche', ancora in pigiama dal mattino, sfinite dal cambiare cacche e dal ramazzare briciole e consolare da lividi e ascoltare sempre lo stesso cartone animato andare in loop 9 ore al giorno, avete digitato in Google le fatidiche parole "idee compleanno due anni".
L'unico reparto in cucina su cui sono scarsa e' quello dolci. E avendo anche poco tempo, ho deciso di badare alla forma piu' che al contenuto, anche perche' la Viatrix per ora ama piu' i gelati e la cioccolata fondente che le torte o i biscotti.
Ho comprato uno di quei mischioni gia' pronti e dosati per fare una torta al cioccolato (fare una torta al cioccolato cattiva suppongo sia impossibile) a cui ho dovuto aggiungere solo 4 uova, seguito le istruzioni (preparazione 2 minuti, cottura in forno 20), ritagliato un 2 nella carta forno e cosi' versato zucchero rosa e coriandoli di zucchero colorato attraverso la sagoma. Con gli stessi coriandolini ho scritto Bea e poi ho aggiunto delle minimeringhe rosa, le candeline sono state poi messe ad inizio e fine del 2.

Poiche' tra le mie ataviche e mai risolte carenze oltre al non saper nuotare e al non saper andare in bici c'e' anche il non riuscire a gonfiare i palloncini e la pompa per i palloncini modellabili aveva il collo troppo piccolo

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...