9.1.13

La mia manovra finanziaria 2013

Sei mesi  fa, alla vigilia dei saldi estivi, ho messo nero su post le abitudini di spesa che ho intrapreso da qualche anno a questa parte, con sempre maggior convinzione. Avete partecipato con ulteriori consigli e osservazioni da far impallidire un panel Davosiano di Domestic Economics.

Mi accingo dunque a ripetere per il 2013 la stessa manovra finanziaria di gestione economica familiare 2010-2012 ed aggiungo qualche nuovo passo avanti:

  • nei saldi, cerchero' di comprare solo cose strettamente necessarie, tipo le scarpe per la Viatrix che sta finendo la misura o le lenzuola con gli angoli che con il nostro turn over di ospiti ormai hanno raggiunto la trasparenza
  • continuero' a cercare di acquistare  made in italy (o perlomeno made in europe), ma cerchero' anche, quando possibile, di preferire agli oggetti prodotti industrialmente quelli  fatti a mano, fatti su misura, fatti da artigiani o hobbisty capaci: anche se i negozi stanno sparendo, molte persone che sono capaci a cucire, decorare, costruire, dipingere e creare in ogni altro modo, sono rintracciabili sul web e quello che esce dalle loro mani e' unico, di buona qualita' e di prezzo ragionevole rispetto a cio' che e' creato da persone o marche famosi.
  • continuero' a cercare nell'usato prima di comprare nuovo. In questo ultimo anno ho acquistato spesso giocattoli o attrezzature  per bambini di seconda mano: in Francia va molto il sito www.leboncoin.fr per rintracciare oggetti in vendita nel proprio codice postale, ma suppongo che ce ne siano in ogni Paese. I giocattoli possono avere una seconda ma anche una quinta vita, dopo un po' passano d'eta', una volta ce li si passava tra cugini in famiglia, ora che la struttura familiare e' cambiata, la vendita dell'usato sopperisce: quanti mesi viene usata una palestrina? E i passeggini da 0 a 6 mesi? Insomma, a parte che se la stessa casetta di plastica viene usata per piu' anni da bambini diversi, vuol dire che l'inquinamento fatto per produrla e' stato meglio ammortizzato, chi se ne accorge che e' plastica di seconda mano e non nuova? I bambini non di certo.

Concludo questo breve post di buoni propositi  con tre links per la vostra curiosita':
- sedie, poltrone, cuscini, pouf...e anche un cappotto (che ricevero' a breve) progettati da Karolina
- cappellini, sciarpe, borse, vestitini, copertine per bambini e per adulti, fatti a mano da Chiara
- gli acquerelli (e le stampe) di mia mamma, che recentemente e' stata contatta per creare immagini su richiesta per progetti grafici e pubblicitari
Se conoscete altre persone che creano con il proprio ingegno o con le proprie mani, siete invitati a mettere i link nei vostri commenti!

5 comments:

  1. Qui in America l'usato va che è una meraviglia. Con la scusa che la gente cambia spesso lavoro e quindi città, ci sono garage sales tutti i weekend sparsi per San Francisco e in più, esiste un sito (craigslist.com) che è famosissimo e dove puoi veramente trovare di tutto, dalle piante che qualcuno non riesce più a curare, alle auto o ai libri. E naturalmente c'è anche una sezione di oggetti totalmente free!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie Sabina! Hai fatto bene a segnalare il sito, dove mi trovo io si trovano gli annunci di vendita degli expat di ginevra su http://www.worldradio.ch/wrsclassifieds/, e' li che ho trovato il super maclaren usato a 100 euro perche' la coppia che me l ha venduto ritornava a vivere in canada... e poi al mercoledi' sera dopo il tramonto la gente mette in strada di tutto perche' il giovedi' passa per la citta' il camion del pattume per oggetti ingombranti, cosi' succede che il mercoledi' sera ci sono un sacco di persone che vanno in giro a rilevare divani e quant'altro vicino ai bidoni prima che passi il camion: siccome a ginevra la gente che abita spesso e' davvero ricca, sti divani sono come nuovi! noi abbiamo trovato cosi' un mobile portadvd che abbiamo tuttora in salotto :-)

      Delete
    2. Qui invece succede che la gente metta in strada quel che non serve, così uno può sempre trovare qualcosa lungo la via! E a volte su quel sito chiamato appunto Craigslist, su cui hanno anche girato un documentario da poco, mettono degli annunci del tipo: "Tra la 22th e Noe St, divano free". E davvero le persone corrono verso quell'incrocio per vedere di che si tratta prima degli altri. Spirito della caccia al tesoro con indizio dichiarato! ;)

      Delete
  2. grazie per avermi nominata nel tuo post. creare e concepire qualcosa di nuovo e in controtendenza è uno dei miei obiettivi per fare qualcosa di concreto contro questo sistema economico inumano. mi piace confrontarmi, conoscere ed imparare. Chiara di chiaretta design

    ReplyDelete
  3. Io ti ri-segnalo il sito freecycle dove puoi offrire o cercare oggetti di seconda mano gratis. Qui a Londra va alla grande ma anche in altri paesi. Non so la lista completa dei paesi ma basta andare su freecycle.com Ci si trova di tutto davvero, conosco gent che ci si è arredata la casa!! Per i bambini poi è una vera miniera, dai vestiti ai giocattoli... Io l'ho usato x liberarmi la casa di tanti oggetti che non usavo più ma che erano ancora in buone condizioni, vecchie tv, monitors, mobili lasciati dai precedenti inquilini... È ottimo soprattutto se non hai una macchina e detesti l'idea di buttare oggetti ancora funzionali...

    ReplyDelete

Si elemosinano commenti da chi ha un briciolo di tempo in piu'

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...