20.2.13

Elezioni - Il bello di essere expat

Febbraio 2013 e' certamente un momento storico per il Belpaese: nel giro di un paio di settimane l'Italia si ritrova con un nuovo vincitore di Sanremo, un nuovo Parlamento e un nuovo Papa.
Mirigliani probabilmente non si da' pace di non aver previsto la cosa e creato Miss Italia d'Inverno.
Anche nel paesello francosvizzero sono arrivate le schede elettorali e dopo aver stazionato per un po' sul ripiano della cucina, tra lo spremiagrumi e una pila di cavi e cavetti, l'altro giorno mi sono turata il naso decisa e ho votato, comodamente nella mia cucina, in pigiama e coi capelli sporchi.
Che il bello di votare dall'estero e' che lo puoi fare davvero dove ti pare.
Insomma, a voler esser anarchica fino in fondo avrei potuto  votare seduta sul cesso.
E voi, dove avete votato?

Ps. Il Senator ieri mi ha detto che se in Italia si votasse via Internet e' vero che ci sarebbero meno spese x il voto e meno pericolo di brogli con le schede, ma poi nessuno potrebbe piu' prendersi lo sfizio di annullare la scheda, sputarci dentro o votare Alessandro Del Piero, Roberto Baggio e Francesco Totti. Avrei voluto rispondergli per le rime, punta nell'amor patrio, ma la verita' e' che mi ha fatto ridere.


3 comments:

  1. in una situazione similissima alla tua .. pigiama e caffé alla mano. Stessa situazione, stessi commenti da parte del moroso che ha per l'occasione improvvisato una "Schedeide", epopea di una povera scheda elettorale perduta dalle poste francesi..

    ReplyDelete
  2. Chissà se qualcuno ci mette ancora la fetta di salame?

    ReplyDelete
  3. ahha , mi sa che in tempi di crisi non piu!

    ReplyDelete

Si elemosinano commenti da chi ha un briciolo di tempo in piu'

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...