26.4.13

Le Picnic


VINCENT: (..) Ma lo sai qual è la cosa più divertente dell'Europa?
JULES: Qual è?
VINCENT: Sono le piccole differenze. Voglio dire, laggiù hanno la stessa merda che abbiamo noi, ma solo... solo che lì è un po' diverso.
JULES: E come?
VINCENT: Beh, ecco, puoi entrare in un qualunque cinema di Amsterdam e comprarti una birra. E non sto parlando, che so, di un bicchiere di plastica, ma intendo un boccale di birra. E a Parigi puoi comprare una birra da McDonald's. Sai come chiamano un quarto di libbra con formaggio a Parigi?
JULES: Non un quarto di libbra con formaggio.
VINCENT: Hanno un sistema metrico decimale, non sanno che cazzo sia un quarto di libbra.
JULES: E come lo chiamano?
VINCENT: Lo chiamano "Royale con formaggio".
JULES: Royale con formaggio!
VINCENT: Eh, già!
JULES: Come lo chiamano il Big Mac?
VINCENT: Beh, il Big Mac è il Big Mac. Lo chiamano "Le Big Mac".
JULES: Le Big Mac! Ah, ah, ah, ah, ah

(Pulp Fiction,1994)

Chissa' gli spettatori francesi se l'hanno mai capito perche' alrestodelmondo ci fa ridere il concetto di Le Big Mac.
Effettivamente mille cose in francese suonano piu' eleganti e per me l'esempio supremo e' La pasteque al confronto col nostro casareccio il cocomero (o er cocomero).
Qui a Varsavia, nell'ossessione per trovare e consumare il meglio di ogni cosa (la miglior tintoria, il miglior ristorante, la miglior braciola etc)  si prende l'eleganza francofona tremendamente sul serio: nella zona bohochic oltre Vistola risiede il celebrato negozio di macelleria Le Diplomatique (narra la leggenda che il proprietario sia un ex console del Libano). Poco distante la pescheria - gioielleria La Maree. E il  mercato chic, dove si trovano solo frutta e verdura certificati bio, prodotti certificati slow food, cibi gia' cucinati complicatissimi da vedere e uno ha sempre il dubbio (se e' italiano) bello, bello, ma da magna' come sara'?, si chiama Le Targ
Targ vuol dire mercato, Le per farlo piu' esclusivo. 
E si, anche in polacco Letarg vuol dire quello che qualsiasi anima di lingua neolatina pensa. Bioumorismo involontario o slow umorismo? Mah!
ieri avrei voluto andare a vederlo, il Le Targ, perche' anche se poi non mi va di pagare un pomodoro 5 euro, per quanto sano sia, mi piace osservare queste bellezze gastronomiche (e alla fine un pezzo di formaggio lo compro anche io.)
La missione e' stata rimandata a oggi per impossibilita' di capire se c'e' e qual'e' un ponte per attraversare il fiume aperto ai pedoni.

Nel frattempo pero' anche io ho avuto il mio piccolo momento francese: l'altro giorno abbiamo fatto un gran giro, passando dal centro moderno al centro storico attraverso i Giardini Sassoni
 

Dopo aver corso in su e giu' nel verde e aver sperimentato tutti i giochi dell'area bimbi, il sole stava prendendo il colore dorato del tramonto ed eravamo ancora a mezz'ora buona a piedi da casa.  
Cosi' ho comprato una baguette e un camembert, ci siamo accomodate tutte e tre su una delle molte panchine di Chopin e mentre io spezzavo con le mani pane e formaggio e rifornivo la prole, la Viatrix pigiava constatemente il bottone per far andare la musica e Meraviglia ascoltava incantata. 
Se non fosse che in Polonia e' vietato consumare alcolici nei luoghi pubblici, con un bicchiere di plastica colmo di rose', sarebbe stato Le Picnic.

9 comments:

  1. Oddio, io non me li ricordo i dialoghi dei film, e non mi ricordavo nemmeno quei nomi francesi a Varsavia, devono averli messi negli ultimi dieci anni. Ps. Viatrix è proprio una signorina di altri tempi, che stile!!

    ReplyDelete
    Replies
    1. mi sa che quando rivedrai Varsavia sara' tanto tanto diversa...gia' io tornando qua una volta ogni anno negli ultimi 7 anni ho osservato centinaia di cambiamenti!

      Delete
  2. mo' pure il passeggino in miniatura??
    Lara

    ReplyDelete
    Replies
    1. h scoperto che farla uscire col minipasseggino rotto e' l unico modo di farla camminare nella direzione che desidero io :-D

      Delete
  3. La panchina di Chopin e' cosi' romantica!

    ReplyDelete
  4. Ti sei ricreata il tuo angolo di Francia in Polonia, insomma! :-)

    ReplyDelete
  5. bello! io con la mamma facevo il picnic in casa, e' una cosa talmente bella. mi sono accorta che commenti vecchi mi sa non ti hanno mai raggiunto, per sicurezza ricapitolo: buon trasloco, buon arrivo a varsavia, e per il post delle 10 lezioni di polacco dicevo che e' bello seguire i tuoi progressi e sei gia' molto brava. mi ricordi me con il tedesco e non vedo l'ora di vedere tra un po' di mesi come sei fluente.

    ReplyDelete
  6. No scusa... ma la panchina "suona" Chopin?!

    ps: quel dialogo di Pulp Fiction mi ha sempre fatta sganasciare... LE Big Mac :D

    ReplyDelete
    Replies
    1. si si, su ogni panchina e' scritto qualcosa del luogo in cui e' posta, in collegamento con la vita di chopin, suona un pezzo di chopin diverso e avendo uno smart phone e' possibile scaricare musica e storia con quell aggeggio tipo codice bianco e nero quadrato

      Delete

Si elemosinano commenti da chi ha un briciolo di tempo in piu'

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...