4.7.13

A meta' tra Chicago e Beijing - I giardini pensili di Varsavia

La Biblioteca Universitaria e' uno dei miei posti preferiti: gia' mi immagino tra qualche tempo, con le pargole all'asilo, di venire qua d'inverno e provare l'ebrezza dopo tanto tempo di prendere un posto per scovare, consultare, leggere e poi  lasciarci i miei libri, andare al baretto con le amache al posto delle sedie e bere una pinta di Latte (che qua in Polonia va assai piu' di moda del Frappuccino: un varsaviese medio ingolla 4 o 5 mezzi litri di Latte al giorno).
 

In attesa di questo momento futuro, nel presente approfitto di chiunque ci venga a trovare per cogliere l'occasione di scarrozzare le pargole e il passeggino su per la scalinata che porta ai giardini sul tetto dell'edificio, dal quale si osservano i landkmarks Varsaviesi: il Palazzo della Cultura e gli altri grattacieli, lo Stadio, la Chiesa di Nowy Swiat...










4 comments:

  1. Non ho mai avuto occasione di vedere questi posti senza neve. E cmq anni fa ci ho passato tanto tempo dentro quella biblioteca e conservo pure la tessera. Ma ci andavo soprattutto per riposarmi e mettermi al caldo!

    ReplyDelete
  2. Che bel posto! Più la guardo attraverso i tuoi occhi e più Varsavia mi sembra proprio una bella città... si parlerà proprio di "ebrezza" quando anche il mio secondogenito andrà all'asilo..!

    ReplyDelete
  3. ahhaha ci ritroveremo tutte al baretto della biblioteca con quindici anni di piu'!

    ReplyDelete
  4. Amo le biblioteche e ho l'abitudine di portarci il mio seienne, fargli scegliere 3 libri e al rientro leggere, leggere, leggere...

    ReplyDelete

Si elemosinano commenti da chi ha un briciolo di tempo in piu'

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...