29.8.13

Cartolina dalla Puglia

Capitolo - frazione di Monopoli
Andata- Ritorno: in aereo, volo diretto Ryanair, Varsavia - Bari Palese
Stato civile: moglie con al seguito marito e figlie di quasi un anno e quasi tre
Equipaggiamento: due trolley grandi < 15 kg (uno per il marito + teli in microfibra di Decathlon per la spiaggia, uno per me e le due bambine, + il  letto -tenda per la piccola) + due zainetti + due passeggini
Aeroporto di Bari I: Il miglior staff aeroportuale con cui abbia mai avuto a che fare da passeggera madre. Discesa la scaletta il personale di terra mi ha chiesto se volevo i passeggini, nonostante gli assistenti di ryanair avessero detto che li avrei trovati sul nastro trasportatore: il tempo di  dire si' grazie, ed erano li'. Nell'ingresso del bagno delle donne,  subito dopo il nastro bagagli ,c'e' un fasciatoio dell'Ikea pulitissimo per provvedere al cambio dei nani. Al ritorno una assistente di terra ci ha prelevato dalla fila del bag drop e ci ha condotti al suo desk, dove abbiamo depositato bagagli e ricevuto le tags per i passeggini in tempo record. Avvicinandoci ai controlli di sicurezza, una delle guardie ci ha detto di svuotare tutti i passeggini di ogni cosa (cappottine antipioggia o altro nel cestino) ma di non slacciare le bambine: le hanno fatte passare dentro il metal detector risparmiandoci la tipica pena dei genitori ai controlli che devono con una mano chiudere e issare il passeggino sul nastro e con l'altra tenere in braccio la creatura. 
Aeroporto di Bari IIPer raggiungere Bari Centrale e altre localita', esiste un treno diretto dall'Aeroporto (15 minuti): entrambi i binari sono accessibili tramite ascensori e nastri trasportatori. Se si cambia treno in una stazione di Bari per altra destinazione, e' possibile fare il biglietto sul nuovo treno direttamente dal controllore senza pagare sanzioni, basta mostrare il biglietto del treno dall'aeroporto.
Monopoli porto strategico attraverso le epoche: Roma, Bisanzio, Venezia, i Normanni, gli Angioini e gli Aragonesi..impronte di ogni stile affiorano dalle pietre pietre bianche di case, chiese, mura e fortificazioni. Il centro storico e' protetto dal mare dalle mura rimaste del
Castello di Carlo V. La sera le piazzette e le stradine si animano di musica, profumi di cibo e chiacchere di turisti e locali.
Dormire Noi siamo stati qui: una bellissima casetta indipendente, nel pieno centro storico, a dieci minuti dalla spiaggia libera e a venti dall'autobus che porta alle spiaggie di sabbia piu' belle di Capitolo. 550 euro tutto compreso per una settimana (asciugamani, lenzuola consumi)
la Nostra Prenotazione da Vini & Panini per Ferragosto
Mangiare Si mangia bene dovunque, ma a noi sono rimasti cari al cuore i panini fatti al  momento nel negozio di formaggi e salumi di Titti, gli antipasti di Mare dell'osteria Perricci e soprattutto, a qualunque ora, gli antipasti, i taglieri e il rose' frizzantino di  Vini & Panini, il cui padrone e i ragazzi del personale erano tutti portatori sani di raggi di sole in omaggio ad ogni calice ed a ogni vassoio. Dal primo giorno ci siamo tornati ogni sera, prima o dopo cena, anche grazie al fatto che e' abbastanza semplice piazzare i passeggini sui lati esterni dei tavoli.
Bere La frequentazione di Vini & Panini ci ha permesso di scoprire tante novita' (per noi) nel giro di pochi giorni. Da adesso in poi per il resto dei miei giorni  il Negroamaro e' uno dei miei rossi preferiti, direttamente vicino al Dolcetto e al Nebbiolo. E ci stiamo tenendo preziosamente in frigo ancora una bottiglia di rose' frizzantino, in attesa di una occasione all'altezza!

Spiagge A Capitolo, frazione di Monopoli, ci sono sia calette di scoglio dal mare trasparente, sia spiaggie di sabbia fina  pulite, gestite da stabilimenti privati. Carino ma affollato il Lido Azzurro, bellissimo ma piu' caro Lido Bambu'.
Polignano centro storico di pietra chiara affacciato a picco sul mare blu, dipinto di blu, come avrebbe detto il suo cittadino piu' illustre : in fase avanzata di recupero e restauro, rispetto a quello di Monopoli, porte e gradinate sono  arricchite da citazioni letterarie e decorazioni.
Ostuni La citta' bianca, le cui pietre di fortificazioni, case e chiese, ricoperte in calce, riflettono la luce della luna ancora piu' forte di quanto riflettano quella del sole. Il centro storico avvinghiato sulla collina, e' bello da vedere da lontano quanto e' bello da starci dentro ad osservare il tramonto sul mare.
Dormire Colpo da Maestro: abbiamo affittato un bilocale a pianterreno situato nel primo cerchio esterno del centro  storico, lungo una stradina balconata che guarda il mare. La sera l'accesso alla stradina viene chiuso da un cancello e si possono mettere fuori tavoli e sedie per cenare in compagnia di luna, stelle, mare in lontananza e musica di sottofondo dalla piazza del paese a duecento metri. Il luogo era cosi' luminoso che bastava aprire una mezza finestrina al mattino per essere inondati di sole. L'appartamento e' perfettamente equipaggiato con tutto l'essenziale ed e' ben organizzato negli spazi, ristrutturato di fresco mantenendo tutta la muratura in pietra originale. Per la settimana di alta stagione abbiamo pagato 500 euro (lenzuola e asciugamani in quantita' inclusi), se vi interessa scrivetemi per avere il contatto dei proprietari.

Mangiare La Panetteria del centro storico, vicino al caffe'Parisi, che sforna panzerotti e che offre anche panini fatti al momento, pizze, focacce..non abbiamo mangiato male da nessuna parte e siccome quel che fa la differenza e' stato il servizio, noi abbiamo avuto un'esperienza molto positiva in questo ristorante ricavato nelle cantine di un frantoio. 
Pilone - Frazione di Ostuni

Spiagge spiaggie di sabbia e mare pulito raggiungibili con i mezzi pubblici: Torre Canne e Pilone

I guardiani di Lecce
Lecce Un'esplosione di architettura barocca: purtroppo tante ville e palazzi sono in decadenza, ma la bellezza architettonica del centro cittadino lascia ancora senza fiato.  Siamo arrivati alle cinque di domenica e sembrava una citta' fantasma, un'ora dopo era animatissima..e siamo tornati di mercoledi'. Abbiamo lasciato il cuore, e ci siamo portati via una borsa da viaggio enorme di pelle (spacciandola, abilmente ripiegata, come bagaglio a mano della Viatrix)  cucita a mano, in una cartoleria - legatoria vicino al Duomo: maledetti i 15 kg di Ryanair, avrei fatto shopping di carte e cartoncini e matite e quant'altro!


Bari Poche ore di pomeriggio e sera per girare dentro i vicoli della citta' vecchia e ammirare la Basilica di S. Nicola, tutta chiara fuori e dentro, con un matrimonio in corso (mai visti prima i ventagli bianchi accanto ai libretti: era molto bello vedere gli ospiti sventagliarsi di bianco al passaggio della sposa, che procedeva con il padre su una guida bianca, fino alle sedie bianche, di fronte all'altare bianco. In tutto questo chiarore, i pochi tocchi di azzurro dipinti sul Crocifisso di legno risplendevano come un pezzo di cielo. Abbiamo mangiato sia a pranzo che a cena da Il signor Pomodoro: il Cuoco, il Pizzaoiolo e i camerieri, non essendoci molti clienti all'ora in cui noi abbiamo pranzato, ci hanno raccontato un po' della Bari che noi senza viverci non potremmo mai conoscere. La sera quando ci siamo seduti il Cuoco e' venuto a chiederci cosa avremmo voluto mangiare, lasciando perdere il menu'. Il Senator, dopo aver detto che a pranzo aveva mangiato la pizza piu' buona della sua vita, ne ha ordinata un'altra. Io invece ho pensato che a Varsavia le cozze e le vongole me le scordo, percio' nonostante esplodessi di 3 kg di troppo accumulati nei 13 giorni precedenti, ho aperto i cancelli del mio stomaco al piu' enorme saute' di scoglio che potessi sperare e a quintali di fette abrustolite per non perdere neanche una goccia di sughetto.

Abbiamo dormito all'Hotel Villa Romanazzi, prenotato su booking per 70 euro (una quadrupla davvero molto grande e moderna): in circa venti minuti si raggiunge il Centro e a meno di dieci minuti si trova la fermata del treno per l'aeroporto. Il personale del ristorante dell'albergo e' stato molto sollecito nell'aiutarmi fornendomi di tutte le stoviglie necessarie per arrangiare in camera una merenda per le bambine.

NB Spostamenti
I collegamenti ferroviari da noi presi (aereoporto, monopoli, polignano, ostuni, lecce, bari) funzionavano tutti ottimamente, ma i collegamenti via autobus per il mare non sono affidabili come gli orari e le descrizioni on line posso far immaginare, percio' se per visitare le citta' interne non e' necessaria, per poter andare al mare con piu' agio e trovare spiaggie piu' pulite perche' meno frequentate e' meglio noleggiare un auto
NB Accessibilita' con bambini
Portarsi dietro le proprie attrezzature, perche' fasciatoi, seggioloni, lettini portatili, non sono molto comuni. Fondamentale portarsi dietro giochini o carta e colori per intrattenere i bambini ai ristoranti e prevedere nell'arco della giornata dei momenti di gioco all'aperto per sostituire la mancanza quasi cronica di parchi gioco. Insomma, come itineriario di vacanze con bambini non e' tra  i piu' semplici, ma sicuramente per una coppia o un gruppo di amici ci sono meno grattacapi.
Conclusioni: la materia prima (luoghi belli, monumenti di primo piano, cibo e vino buonissimi, linee ferroviarie e di mezzi pubblici) c'e'. Pero', se si vuole vincere la competizione con altri luoghi meno ricchi di bellezza architettonica ed altrettanto corredati di spiagge e mare lungo le altre coste mediterranee bisogna lavorare tanto sulla qualita' del servizio, , sull'accessibilita' per le famiglie, sull'affidabilita' dei trasporti pubblici per il mare e  soprattutto sulla pulizia delle spiagge sia private che libere, offrendo anche servizi igienici ordinati e docce di acqua fredda gratuite.

(qui le cartoline dalle mie vacanze estive 2012 e 2011 (1,2,3,4)

9 comments:

  1. I love Puglia!!!
    Io mi sono innamorata del Salento dal primo istante in cui ci ho messo piede.
    Certo che voi siete stati veramente coraggiosi con due bambini cosi' tanti spostamenti non sono semplicissimi. Io quest'anno mi sono permessa solo una tappa ad Otranto e per il resto mare, spiaggia e mare....
    Complimenti per le valige, anch'io uso asciugamani in microfibra, leggeri e poco voluminosi!

    ReplyDelete
  2. Mi ha fatto piacere leggere questo post sui luoghi che considero un po' la mia terra visto che il mio papà è barese... Ho riassaporato il gusto di questi paesaggi e sentito il calore della sua gente!
    Grazie

    ReplyDelete
  3. Oh Vale, ma cosi' sembra di stare in Europa!! Bellissimo, positivissimo ;) e utilissimo.

    ReplyDelete
  4. Non conosco questi posti mi hai fatto venire voglia sopratutto del mare che quest'anno l ho visto da lontano.

    ReplyDelete
  5. Che voglia di tornare in Puglia! E' un posto dove mi sono sempre trovata benissimo.

    ReplyDelete
  6. e con questo esercizio di analisi del bicchiere mezzo pieno, archivio le vacanze estive e mi metto a pensare a quelle invernali :-D

    ReplyDelete
  7. Non sono mai stata in Puglia ma con questi racconti e foto mi hai fatto venire voglia di andarci!!!
    E complimenti, con due bimbe così piccole non deve essere stato facile!

    ReplyDelete
  8. Passata la rabbia per le cose brutte affiora il ricordo delle cose belle :)
    Sauté di scoglio...mmmm....

    ReplyDelete
  9. Sapevo che dopo i post infuocati sarebbe arrivato un post come questo, brava! Mi hai fatto venire voglia di visitare tutti questi posti, chissà come staranno messi per i vegani!

    ReplyDelete

Si elemosinano commenti da chi ha un briciolo di tempo in piu'

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...