30.9.13

Aeroporti Baby Friendly: Buffalo (BUF), Philadelphia (PHL), San Francisco (SFO), San Diego (SAN)

Ringrazio le fanciulle che hanno risposto all'appello per confrontare con la loro esperienza diretta di mamme volanti  le informazioni relative a questi aeroporti statunitensi


Grazie a Mel. sappiamo che al  Buffalo Niagara International Airport (BUF) le famiglie con bambini piccoli, pur non essendoci una fila dedicata, sono fatte passare avanti nelle code dagli addetti ai controlli di sicurezza, volenterosi nel dare una mano con il passeggino. Inoltre Mel con la bimba non passa attraverso il metal detector tradizionale ma attraverso un tipo di apparecchiatura diverso ne e' necessario levare alla bambina le scarpe. Esiste una area giochi Fischer Price collocata al piano superiore, vicino al cancello di imbarco n.9.
 Mel sottolinea che nell'aeroporto si trovano, come in altri luoghi negli Stati Uniti, le family restrooms, ovvero i bagni per famiglia, quindi costruiti per agevolarne l'utilizzo sia per i bambini che per i genitori, appositamente indicate

****

Ancora grazie alla precisissima Federica, ecco cosa offre ai genitori volanti l'Aeroporto di Philadelphia (PHL) 
BAGNI: come mediamente ovunque negli USA sono tanti, spaziosi e puliti. Nei bagni per disabili ci sta il passeggino. Hanno quasi tutti il fasciatoio.
CONSEGNA DEI PASSEGGINI: Al solito, dipende dalle compagnie: Lufthansa  ti da’ il passeggino subito, o all’uscita o alla fine del corridoio.
CONTROLLI DI SICUREZZA: Fede ci racconta che a volte lasciano portare i bimbi in braccio attraverso il metal detector senza levarli dalla fascia, che pero’ non deve avere parti metalliche. Se si portano in piu’ liquidi tipo formula o pappe non richiedono –secondo la mia esperienza-- di aprirli e assaggiarli, ma controllano le mani della mamma per esplosivi vari. Mai ricevuto nessun aiuto, non esiste fila prioritaria.
Segnalo che spessissimo ci sono lunghissime file all’arrivo a Philadelphia per il controllo passaporti (cittadini non USA) anche di un’ora e mezza. Nessuna fila prioritaria per famiglie, se disperati si puo’ chiedere ai compagni di fila se fanno passare avanti. Infine, siccome mi sono trovata con tre trolleys e passeggino da trascinare da sola, segnalo che spesso le macchinette dispensatrici di carrelli al recupero bagagli hanno problemi se si paga con le carte di credito; quindi cercate di avere un po’ di cash, di afferrare uno dei pochi facchini con carrelloni o di sperare nell’aiuto di altri passeggeri.

AREE GIOCO: ci sono due areee giochi, al terminal A-East e Terminal D con aerei che i bambini possono pilotare e anche una torre di controllo. Il kid corner sul sito web dell’aeroporto riporta info sulle  play areas e giochi e puzzles e giochi e da stampare e colorare per i  bambini.
Varie: 
Le opzioni cibo sono infinite e se ne trovano anche di sane per bambini (frutta e verdura fresca a pezzetti, yogurth, etc)
L'Aeroporto ha avviato un programma per aiutare bambini autistici che saranno futuri passeggeri ad affrontare meglio l’esperienza dell’aeroporto e del volo
Non c’e’ farmacia, ma si possono trovare medicine da banco nelle edicole CNBC News, Hudson News e Stellar News. 
Infine all'interno dell'aeroporto e' possibile pagare l'utilizzo orario (34 dollari) di Minutes suites, stanze private con divano letto, lenzuola, televisone, informazioni sui voli e connessione a internet.


****

Marica, conferma la presenza di una fila per famiglie, prelevate dagli addetti lungo le code all' aeroporto di San Diego (SAN). Non le hanno mai fatto togliere il bambino dal baby carrier ai controlli di sicurezza ma le hanno esaminato le mani passandole con un fazzoletto che poi viene esaminato. L'unico problema da lei riscontrato riguarda l'assaggio di liquidi alimentari come il latte: se questi non sono in bottiglie riavvitabili ma in cartoni da consumare con la cannuccia, e' impossibile assaggiarli e poi richiuderli , in tal caso l'unico sistema per procedere con questo tipo di bevande e sottoporsi alla perquisizione, durante la quale pero' la madre non puo' tenere in braccio il bambino, con evidenti problemi di gestione della faccenda.

****


Sempre Marica mi ha segnalato l'aeroporto di San Francisco (SFO) come estremamente baby friendly, e a giudicare dalle informazioni che ho reperito on line c'e' da crederci: qui una mappa
BAGNI: nursery e family restrooms sono disponibili sono disponibili in ogni terminal, prima e dopo i controlli di sicurezza. 
CHECK IN: e' possibile richiedere assistenza per spostarsi con il bagaglio all'arrivo in aeroporto e provvedere al check in.
INTRATTENIMENTO PRIMA DEI CONTROLLI DI SICUREZZA
Il Museo dell'Aeroporto che offre diverse esposizioni di arte moderna, contemporanea e fotografica dislocate lungo i corridoi degli imbarchi, come da questa mappa.

Il Museo dell'Aviazione, nell'ingresso principale del Terminal Internazionale, ricavato nella lobby delle partenze del 1930
Un Acquario suddiviso in tre vasche al piano dei check, vicino all' ingresso per i gate 40-48.
Il Sito dell'Aeroporto propone anche 4 tour fai da te per bambini di ogni eta', con mappe da scaricare in pdf e la possibilita' di ricevere un piccolo souvenir alla conclusione del giro, presso l'Information desk.
Tour International Terminal (60min ca)
Tour Terminal 1 (35 min ca)
Tour Terminal 2 (30 min ca)
Tour Terminal 3 (50 min ca)
CONTROLLO DOCUMENTI E SICUREZZA: fila riservata alle famiglie
AREE GIOCO (Kids spot) dopo i controlli di sicurezza: una al terminal 3 vicino al gate 87 A, l'altra al terminal 2 vicino al gate 54A e 58B.
VARIE:  presso il negozio Inmotion e' possibile noleggiare dvd e lettori dvd (pre security, international terminal).
Pannolini, formula, medicine da banco sono a disposizione nei seguenti negozi: CNBC smartshop, Discover- Hudson News, Hudson News Kiosk, SFO News Connection,SFO News Express, Sunset News
Dopo tutti i controlli di sicurezza, ad ogni terminal sono disponibili delle fontanelle di acqua potabile (hydration stations)
PRONTO SOCCORSO: premesso che uno si augura di non aver mai bisogno di assistenza medica in terra americana, visti i prezzi pazzi, in caso di emergenza c'e' una clinica nell'international terminal, prima dei controlli di sicurezza, vicino agli imbarchi A)
Infine, il sito dedica anche una pagina di informazioni  pratiche per chi viaggia con animali domestici




Naturalmente se avete feedback (positivi o negativi) con riguardo a questi aeroporti vi invito ad aggiungerli nei commenti e se invece volete inviarmi i vostri feedback su altri aeroporti, nazionali, internazionali, sperduti o famosi, vi invito a farlo tramite email a valentinavaselli@gmail.com o inviandomi un messaggio tramite la mia pagina di Facebook.

Trovate l'elenco in aggiornamento dei post riguardanti gli aeroporti baby friendly qui

6 comments:

  1. Grazie per le informazioni!
    Esploro così l'areoporto di San Francisco per la prima volta da mom-to-be! =)

    ReplyDelete
  2. quante cose interessanti all'aeroporto di san francisco.. prossima volta spero di avere uno scalo piu' lungo!

    ReplyDelete
  3. :-) a questo punto mi domado, ma io, nel lontano agosto del 2009, sposa senza figli, com'e' che mi ricordo solo ciondolante per i corridoi, in attesa di salire sull aereone della united per tornare aldiqua' dell'oceano? mah! (ricordo che ho trovato una cabina telefonica e telefoato ai miei genitori, ecco)

    ReplyDelete
  4. Questa storia degli aeroporti mi sta intrippando: quasi rimpiango di aver viaggiato in tanti posti da sola leggendo riviste spaparanzata sui sedili delle sale d'attesa come se non ci fosse un domani e quindi cieca e sorda alle esigenze di genitori abbambinati ;-)

    ReplyDelete
  5. io nel 2007 -2008 ho fatto il viottolo traa bergamo e charleroi, prima il vecchio charleroi e poi il nuovo...ora se gia' il vecchio charleroi era praticamente un capannone con tre stanze (check in, cntrolli e area di imbarco) roba per gente dura e pura (l ultimo autobus ci arrivava verso le 22 e poi ti toccava "dormire" in aeroporto per prendere il volo ryan del mattino alle sei, perche prendere l autobus da bruxelles gare du mid alle 4 del mattino era scippo sicuro e buone chances di stupro), con quattro prese da condividere con tutti quelli che stavano in aeroporto, un bar ristorante che chiudeva alle 9 e basta e due toilettes, io mi immagino tutti quei genitori con figli piccoli che da charleroi sono passati accanto a me, senza che io mi rendessi conto che erano degli eroi..

    ReplyDelete
  6. Scusa Valentina, devo precisare una cosa: la foto del family bathroom, non e' stata scattata all'aeroporto di Buffalo, ma durante il mio ultimo viaggio a SF. E' una cosa che trovo utile e che mi piaceva sottolineare riguardo aeroporti statunitensi in generale. Scusa, avro' fatto confusione nel messaggio :/

    ReplyDelete

Si elemosinano commenti da chi ha un briciolo di tempo in piu'

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...