16.12.13

dieci cose che un'expat fa, ma non lo dice

1) uscire di casa col cappotto sulla tuta, l'apoteosi della comodita' invernale anti estetica.
2) andare in giro con le chiavi appese al collo, anti estetico solo meno del cappotto sulla tuta.
3) usare i sughi e le lasagne pronte per produrre l'ennesima cena ad amici stranieri che adorano qualsiasi cosa cucini perche' come la fai tu nemmeno il miglior ristorante italiano della citta'.
4) mangiare da mcdoland - kfc - panda express - dunkin donuts  molto piu' spesso che una volta all'anno quando proprio e' tutto chiuso e non c' altra chance e non pensare piu' che fa cosi' schifo.
5) mettere in asciugatrice il 90% del proprio bucato rinnegando con allegria il concetto italico dell"l'asciugatrice rovina i capi".
6) valutare seriamente le possibilita' di sopravvivenza biochimica dello stracchino sotto vuoto e fuori frigo spedito per posta internazionale.
7) diventare quella che lei stessa avrebbe definito una rompiballe esigente acida come un limone  nel pretendere servizio e cortesia.
8) provare a  fare le Gocciole in casa e avere una crisi di fiducia interiore perche' sono venute di merda mentre la fuori e' pieno di mamme food blogger che le sfornano alla perfezione anche  se accidenti a loro potrebbero uscire sotto casa a comprarle
9) avere delle giornate in cui non ha nessuna voglia di uscire a scoprire il mondo e nessun interesse per gli usi e i costumi che la circondano e non per questo sentirsi meno viaggiatrice e avventuriera.
10) ringraziare l'inventore di whatsapp per aver creato una nuova dimensione grazie alla quale non sentirti mai davvero sola, : non ringrazio voi  una per una perche' sapete chi siete.

41 comments:

  1. Devo scrivere la versione di questo post per chi vive in zone pressoché desertiche come me! ;-)

    Le chiavi al collo no, ma porto in tasca la pochette in cui c'erano le creme body shop e so quante cose devono esserci dentro (minimo tre, portafoglio, chiavi, cell, se ce ne sono meno devo cominciare a preoccuparmi).

    ReplyDelete
    Replies
    1. Cecile desertiche dove? Bellissimo post ! Dal 6 in po' la mia vita.... Premio nobel inventore whatsapp !

      Delete
  2. dai dai invito ceci, mimma e tutte le expat che cascano su questo post a scrivere le loro 10 cose che fanno ma non dicono :-D poi datemi il link!

    ReplyDelete
  3. L'importante è non uscire con i bigodini in testa, poi è tutto ammesso, o almeno così penso io :)
    (che poi anche in Italia questa estate ho visto tante ragazze/signore fuori dai parrucchieri con la cartine alluminio delle meches molto americane nell'approccio a telefonare, lavorare, far capennello, mentre aspettavano e mi son chiesta se fosse l'inizio dello sdoganare l'uscire coi bigodini.... ;) )

    La tuta sotto il cappotto è la norma per alcune mamme che vedo ogni mattina davanti alla scuola di eSSe ;) (in ITalia)

    Sono anche convinta che nella vita è anche possibile cambiare idea tante volte ;) perchè ""When the facts change, I change my mind. What do you do, sir? "

    ReplyDelete
  4. Piccola Valentina, mi fai piangere quando parli delle gocciole! Vado a scrivere subito al Mulino Bianco, giuro. A me comunque non mancherebbero con tutti i dolci freschi che ci sono in Polonia.

    ReplyDelete
  5. graziana ma a me mancano proprio i frollini da colazione..qua trovo solo i savoiardi, per il resto e' tutto molto biscoburro alla francese o dolceria morbidosa fresca che un boccone sono 90000000 calorie :-D
    non posso campare di packi tutte le mattine anche se sono buoni!

    ReplyDelete
  6. Il 4, ma soprattutto il 3, sono da ritiro del passaporto (il che potrebbe essere un affare), il 5 mi dice che manchi dall'Italia ormai da un bel po' e il 6 che potresti essere mia cugina.
    Ah whatsapp è whatsapp, ma con face time ci si può anche illudere di bere un caffè allo stesso tavolino, prova

    ReplyDelete
  7. Ciacco29 sei ciacco del torrente? Mi fa troppo piacere riaverti a passar di qui!

    ReplyDelete
  8. ciacco del Torrente, direttamente dallo Stil Novo ;)

    ReplyDelete
  9. fosse solo la tuta, Vale :D Certe volte mi dico che se mi vedessero i miei amici d'infanzia non mi riconoscerebbero! Bello il post e bella l'idea. Se riesco scrivo le mie 10 cose e ti mando il link ;)

    ReplyDelete
  10. Fantastica Valentina!!!!
    Santo whatsapp, senza di lui la vita sarebbe veramente noiosa e inutile!!! Collega Mimma, dobbiamo fare un post così pure noi....Baci Vale

    ReplyDelete
  11. su Me stessa voglio anche i tuoi dieci punti (per chi non la conoscessa, mestessa e' andata a star da pochi mesi in francia meridionale con due creaturine e il marito navigante che pronti via, adesso e' via 4 mesi di fila...praticamente lei sta facendo un iron men per madri con figli!

    ReplyDelete
  12. ecco le mie

    http://psparse.blogspot.com/2013/12/10cosecheunexpatfamanonlodice.html

    una te l'ho rubata peró :)

    ReplyDelete
  13. Vale, bellissimo post!
    Io, da expat, esco con la tutta sotto il capotto per andare al supermercato. Cosa inpensabile in Brasile.
    E dovrebbero dare veramente il premio nobel a chi ha inventato What's up. Piu immediato e intimo di FB

    ReplyDelete
  14. Solo il 90% del bucato? io non asciugo piu' nulla senza asciugatrice!! whatsapp santo subito!!!

    ReplyDelete
  15. Il cappotto sopra il pigiama un must, una cosa che non avrei mai fatto a Roma ma che sia a Berlino sia qui faccio sempre quando devo uscire per qualche commissione obbligatoria….e senza whatsapp la vita da expat sarebbe decisamente più triste :)

    ReplyDelete
  16. Hmmm ma che problema c'è con le chiavi appese al collo?io da quando ho trovato quel cordino non so dove sono la donna più pratica e felice del mondo!e non sono sola a quanto pare...

    ReplyDelete
  17. Riru ma infatti pure io chiavi al collo forever, queste nn sono critiche ma ammissioni ahahahha

    ReplyDelete
  18. Ecco la mia top ten http://nonsipuotornareindietro.blogspot.com.es/2013/12/10-o-100000.html

    ReplyDelete
  19. Cavolo, io la numero uno la faccio sempre anche in Italia. Anzi, a volte non è la tuta, bensì il pigiama. Sarà grave?

    ReplyDelete
  20. http://mammeneldeserto.blogspot.com/2013/12/le-10-cose-che-un-expat-non-dice-ma-fa.html


    ecco tesoro....

    ReplyDelete
  21. grazie Bea (roseli)!
    @SILVIA sei troppo musa!
    @erolucy a un post cosi ci stava pure uno sti cazzi a.r. ahahha

    ReplyDelete
  22. Io con l'asciugatrice qualcosina (di mio marito :D) l'ho distrutta :D

    ReplyDelete
  23. lo stracchino l'ho pensato anch'io....

    ReplyDelete
  24. quella delle gocciole: c'è l'ho.
    Mariantonietta

    ReplyDelete
  25. @sogno :-) io le camicie non le metto mai..

    @smila, benvenuta

    @mari eh ma tu poi hai pure le voglie, giustificatissima!

    ReplyDelete
  26. Ma non lo trovo su gugol! Cos'è musa?

    ReplyDelete
  27. Io non sono expat ma 2, 5 e 10 sempre! :-)

    ReplyDelete
  28. Ahahahahah, mi piace l'iron men per madri con figli!!!
    Tra l'altro ora sono pure ammalata :(( però ci sono i miei genitori e venerdì torno in Italia per le vacanze! PIZZAAAA!!!

    ReplyDelete
  29. W la tuta sotto al cappotto.
    ma io uscivo in pantofole a Bologna (beh, per pochi metri, via) quindi non faccio testo, però le mie coinquiline inorridivano alla vista.

    ReplyDelete
  30. Ecco il mio post :)
    http://popolomigrante.blogspot.it/2013/12/dieci-cose-che-un-expat-fa-ma-non-dice.html

    ReplyDelete
  31. Post spettacolare.
    Punti 1-3-4-5 (in estate no, perche' abbiamo un tempo favoloso)-8-9 anche per noi!
    6... non e' piu' un problema, avendo un negozio di prodotti italiani, lo prendo dal distributore. E' americano, non Italiano, ma non e' male.
    Ah, a quanto pare sono una delle poche persone che non usa whatsapp...
    Un saluto e tanti carissimi auguri da Reno, NV
    CIAO, Lorena

    ReplyDelete
  32. L'astinenza da stracchino (ma in generale di formaggi italiani degni di questo nome) l'ho subita pesantemente anch'io.

    Finanzia anche tu la ricerca sulla "trasportabilità dello stracchino". Per la sopravvivenza di tutti gli expat che ne sono crudelmente privati!

    ReplyDelete
  33. io arrivo tardi :-)
    http://babyatthecity.com/2014/01/05/10-things-10-cose/

    ReplyDelete
  34. riporto qui un aggiornamento di altri blog che hanno seguito l'idea con le loro liste

    iridi a stelle e strisce: http://ita2usa.blogspot.com/2013/12/10-cose-che-un-expat-fa-ma-non-lo-dice.html

    No Pasa Nada Mama, http://nopasanadamama.blogspot.com.es/2013/12/dieci-cose-che-unexpat-fa-ma-non-dice.html

    Una famiglia expat a Montreal: http://mommyplanner.blogspot.it/2013/12/10-cose-che-un-expat-fa-e-non-dice.html

    Machecifaccio qui:
    http://machecifaccio.blogspot.it/2013/12/10-cose-che-un-expat-fa-ma-non-lo-dice.html

    tiragraffi http://tiragraffi.blogspot.ie/2013/12/ecco-il-decalogo-piu-in-voga-al-momento.html

    Claudia: http://www.alessandrianews.it/breaking-news/le-cose-che-expat-fa-ma-non-dice-53390.html

    Annika: http://kinnamomon.wordpress.com/2014/01/09/london-made-me-do-it

    Wortoj Wortoj Wortoj: http://havasflugilojn.wordpress.com/2013/12/17/10-cose-che-un-expat-fa-ma-non-lo-dice-oppure-si/

    Me stessa: http://angolodimestessa.blogspot.com/2014/01/le-10-cose-che-un-expat-fa-ma-non-dice.html

    ReplyDelete
  35. Ahahaha! anche io mangio schifezze immonde da quando vivo fuori! e ovviamente… calzetti con le ciabatte, massima goduria! :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. al mattino quando vesto la Viatrix per portarla all asilo con i sandali sui collant faccio finta che non sono io e lei non e' mia figlia ahhaha

      Delete
  36. No dai, l'asciugatrice non rovina i panni... e che in Italia, io non c'ho posto se no la prenderei al volo :P

    ReplyDelete

Si elemosinano commenti da chi ha un briciolo di tempo in piu'

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...