10.12.13

Novita' in pancia

(questo post e' dedicato alla mia amica sorellina Sara)
No, non quello che pensate.
Qualche tempo fa ho vuotato il sacco sull'impossibilita' di trovare qui in Polonia molti ingredienti, soprattutto nella stagione fredda, e di esser quindi a corto di vitamine, iodio nonche' di proteine animali non derivate dal cuoio. Con la discesa sullo zero delle temperature, vari pezzi di tutta la famiglia (pelle, denti, unghie, capelli etc) hanno iniziato a dar segnali di carenze che evidentemente i pastiglioni effervescenti multitutti non placano.
Me ne stavo dunque di fronte al banco della verdura ponderando che diavolo fossero quelle carote bianche quando ho visto passare Karolina, una ragazzacon cui a volte ho chiaccherato al campetto giochi dietro casa mia quest'estate, anche lei due bimbi piccini. Sai, ho iniziato a studiare una triennale di Scienze Alimentari. Ecco, benissimo, prendiamoci un caffe' e spiegami un attimo come sopravvivere all'inverno con le verdure di qui.
Lei e' anche stata expat per cui simpatizza con le mie nostalgie di stomaco anche se per prodotti diversi: io che mi danno perche' mi mancano le Gocciole a colazione, lei perche' a Parigi non si trovava un cetriolo sott'aceto davvero fatto come si deve. Ho fatto subito outing sul fatto che io cavolfiori e broccoli cotti si, cavolo rosso  e bianco crudi da qualche settimana pure anche, dopo aver ricevuto indicazioni positive in tal senso da Graziana e Valentina, ma tutto il resto dell'universo cavolo, cotto o sott'aceto o fermentato o in qualsiasi altra forma, NO. E non mi garba nemmeno la barbabietola e i sottaceti in generale. Ho mangiato la Giardiniera in quel di Pinerolo solo quando ero incinta
Lei non si e' persa d'animo e ha cominciato a raccontarmi.
E cosi' che da qualche giorno sono comparse nel mio frigo quelle che io chiamo carote bianche e in realta' sono le radici del Prezzemolo. Sono un po' piu' piccanti delle carote normali. Pero' le ho comprate per sbaglio, sto cercando delle altre simil carote bianche che in italiano rispondono all'antico nome di Pastinache. Pare che non solo faccia bene ma sia pure buonissima passata, fritta, cruda. Non faccio in tempo a scriverlo su facebook che scopro le amiche expat in mezzo mondo si nutrono di pastinache e solo io non ne sapevo niente:  la pastinaca e' salutare, buona e pure fashion!
Non solo: ho scoperto i nomi di altre cose che il mio occhio aveva captato sui banchi della verdura senza pero' codificare: un'altra forma di carota ma marrone, ovvero la scorzonera,








la rubataga che per mesi mi son chiesta chi si magna i bulbi dei tulipani, un altro coso rotondo che loro chiamano sedano e invece e' sedano rapa.
 Vorrei concludere il 2013 avendoli gia' provati tutti, soprattutto trovando qualche ricetta da inserire poi nella routine domestica. Sono tutti vagamenti diversi e tutti un po' cugini di rape e carote, ma un po' piu' piccanti. E soprattutto sono pieni di vitamine e sali minerali.

Ma le vie delle vitamine sono infinite. Tante volte in questi anni di gite polacche invernali ho bevuto nei bar il te' servito con limone, miele e fettine di zenzero, ma siccome lo zenzero intero non l'avevo presente, sempre assunto sotto forma di biscottini dell'ikea, solo vedendo scritto imbir sulla foto del medesimo mentre facevo la spesa on line, ho capito che di quello si  trattava. Ne ho ordinato mezzo chilo senza avere la piu' pallida idea del peso specifico e ora posso farmi te' con limone e zenzero fino al solstizio di primavera. In alternativa al  miele, la mia amica polacca di Bari mi ha suggerito di sostituirlo con sciroppo di lamponi o sciroppi di frutti di bosco in generale.
Si, perche' qua in Polonia d'estate siamo travolti dai frutti di bosco: dall'uva spina a tutti i tipi di mirtilli del mondo, passando per ribes, more e frutti che onestamente non avevo mai visto prima come la zurawina, (cramberries). Da tutto questa bonta',  in vista dell'inverno si producono anche marmellate, sciroppi, banali succhi e  piu' elaborati Kompot.
Ho preso l'unico sciroppo che avevo in casa, comprato per i pancakes, ed utilizzato finora pensando che fosse di ribes nero, ma grazie alla provvida traduzione della mia amica ho scoperto essere sambuco.
Il rimescolo del piccante dello zenzero con l'aspro del limone e il dolce dello sciroppo, diluiti nel robois tea, era buonissimo, assai meglio del pastiglione di supradyn.
Visto Love Actually, mancava solo una cosa per me da poter dire e' davvero Natale, adesso ne ho quasi mezzo kilo nel frigo!


21 comments:

  1. Certo che l'hai scelto il titolo fuorviante eh ? Mi hai fatto prendere uno spavento !
    Le 'carote bianche ' le ho sempre viste anche qui ed effettivamente mi hanno incuriosita ogni volta, però sono un pò restia a provare cibi nuovi ... vedo ogni giorno nei banchi di frutta e verdura delle robe mai viste, prima o poi devo lasciarmi andare :) Per ora mi sono innamorata del cavolo rosso nelle insalate, ha un sapore che gradisco tantissimo (mix di ravanello/insalata belga), ne mangio ogni giorno praticamente !

    ReplyDelete
  2. io la prima volta da tesco uk rimasi sconvolta dalla quantita' di tipi di patate diverse!!

    anche qui il cavolo rosso in insalata e' entrato di routine,condito con balsamico o sale olio e limone :-)

    ReplyDelete
  3. ma tu, piemontese, mi cadi sul sedano rapa?! non ci credo che tu non l'abbia mai mangiato con la bagna caoda :-)

    ReplyDelete
  4. ma kate io sono finta torinese: ci sono stata dai 2 ai 25 anni e la considero la mia citta', ma non ho una goccia di sangue piemontese nelle vene andando indietro per secoli e secoli!
    ho imparato a cucinare molte cose mangiandole nei ristoranti, ma mia mamma a casa ha sempre cucinato toscano e sicialiano!

    ReplyDelete
  5. La rutabaga??? Mio Dio ne abbiamo mangiati kg l'anno scorso per il gruppo d'acquisto di cui siamo allegri componenti, cosi' per rape e pastinache. Dopo due mesi di queste verdure mio marito venderebbe me e la figlia per un peperone. Dacci dentro con lo zenzero che fa davvero bene e in funzione antinfiammatoria se posso dirti vai di te' alla curcuma (turmeric tea) compri la curcuma e poi la aggiungi a acqua calda con limone, una spruzzata di pepe e un cucchiaino di miele. Buona ed efficace.
    Comunque benvenuta nel magico mondo delle radici. When in doubt, dacci di burro ;-)

    ReplyDelete
  6. E l altra regola aurea e' "roast the hell out of it" giusto? ;-)
    Allora poi mi racconterai delle ricette del tubero!
    Mi approvvigionero' di curcuma!

    ReplyDelete
  7. Non ti dico quanta frutta ed ortaggi strani ci sono qui!!
    Lo zenzero è fantastico, c'è un post sul mio blog che ne indica le tante proprietà. Io ne bevo una tazza dopo pranzo e cena e ormai non potrei più farne a meno. Più tardi pubblicherò proprio una ricetta facile facile Thai con lo zenzero come ingrediente... Se ti vuoi cimentare inizi ad attaccare la scorta!

    ReplyDelete
  8. Rutabaga a go go anche qua, io la metto nelle zuppe e qui la usano molto bollita nel tipico cozido à portuguesa (carni bovine e suine, insaccati, patate, rutabaghe e verze bollite e servite in un solo piatto con riso, tutto insieme ma separato).
    Io qui ho imparato a mangiare anche le barbabietole rosse che si trovano fresche, non bollite e sottovuoto come le vedevo spesso in Italia. Ci faccio una zuppa cremosa dal bel colore rubino e poi ci metto un po' di yogurt bianco sopra per l'effetto visivo.
    Insomma w i tuberi, ma a me mancano un sacco i carciofi, le scarole, le cicorie, le catalogne!

    ReplyDelete
  9. La pastinaca la conosco solo di nome, com'è? E' buona? Altre cose, tipo la scorzonera, le conosco, ma sono pigra e non le faccio mai.

    Con il sedano rapa facevo il purè per i bambini quando erano più piccoli... dovrei ripristinarlo!!

    ReplyDelete
  10. @mamma i.o. questo?
    http://www.mammainoriente.com/thailandia/tisana-allo-zenzero/

    elle grazie andro' a cercar ricette portoghesi con l elemento allora!

    murasaki appena la trovo la pastinaca vera e nn quela tarocca del prezzemolo vi faro' sapere!

    ReplyDelete
  11. Cavoli, non le ho provate tutte ste cose, ma le conoscevo!
    Lo zenzero poi...fantastico! Lo adoro da mettere nelle bevande calde e fredde, per cucinare, lo metterei dappertutto!

    ReplyDelete
  12. Ohohoh! Onorata di essere citata ben due volte :D Evviva tè con lo zenzero e lo sciroppo di lamponi!
    Isadora

    ReplyDelete
  13. HEHEHE sei d'altronde se non l'unica almeno la piu' famosa polacca di Bari!

    ReplyDelete
  14. Quante verdure / tuberi ancora da scoprireeee!

    ReplyDelete
  15. eheh ceci, ti aspettavo al varco su sto post :-)

    ReplyDelete
  16. In francese si chiama panais, l'ho conosciuto con le AMAP l prima volta in Francia e poi l""ho sempre ricercato. Lo adoro!
    Ma NON è il sedano rapa, è un'altra roba!

    Ti devo una email, non lho ignorara, è che sono in un vortice.

    ReplyDelete
  17. squa quindi la pastinaca e' panais? ricette francesi?

    dru, ma son sicura che pure da voi ci sono verdure ancora mai sentite!

    ReplyDelete
  18. @ceci oggi mi sono vista con la mia insegnate di polacco che e' vegetariana e ne sapevo piu' io di lei, che delusione! mi speravo gia' di carpire qualche ricetta spettacolo!

    ReplyDelete
  19. Oddio, la rutabaga! Nelle Correzioni era l'assoluta protagonista di un episodio chiamato La Cena della Vendetta!

    ReplyDelete
  20. W la pastinaca e tutta la compagnia! Confesso che mi manca la scorzonera, ma tutto il resto è buonissimo (opinioni diverse in famiglia, ma tant' è, siamo 4 e ormai tutti dicono la loro, ma cucino solo io....pffff). Non so se posso linkare da qui (altrimenti cancella)? Praticamente 2 anni fa, giorno più giorno meno. E auguri!!! http://creazioniedintorni.blogspot.it/2012/01/uno-dei-buoni-propositi-per-lanno-nuovo.html

    Per lo zenzero, sto provando a riprodurlo in casa... chissà....

    ReplyDelete

Si elemosinano commenti da chi ha un briciolo di tempo in piu'

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...