3.1.14

Tutta la verita' sui regali per i bambini piccoli

San Nicola, Santa Lucia, Babbo Natale, Gesu' Bambino, gli Angeli, i Re Magi e la Befana.
Sono ormai tre anni che tra dicembre e gennaio faccio il vigile che dirige il traffico dei pacchetti in direzione prole.
Il dubbio che giocattoli pieni di luci e suoni e canzoncine a tutto volume possano essere una buona idea puo' sfiorare solo adulti   (la cugina o lo zio ggiovane) che non hanno figli  piccoli che ci giocano oadulti troppo vecchi (il nonno o  la zia vecchia)  per ricordarsi com'e' avere figli piccoli che ci giocano, cosi' come il dubbio che piu' grande e' meglio e' coglie solo coloro che nell'insicurezza di cosa scegliere puntano sull'effetto quantita', dimenticando il vecchio adagio della nostra infanzia televisivamente consapevole: non ci vuole un pennello grande, ma un grande pennello.
Ecco il best of di tutti i regali scelti o ricevuti per le mie bimbe in questi anni, non solo nelle feste ma anche durante il resto dell'anno: (nota bene, sono tutti regali che vanno da costo zero a 10 euro max)
- stivaletti di gomma. Certamente gli ideatori di Peppa Pig ricevono larghe mance dalle fabbriche delle galosce, ma tant'e': costano poco, rendono felici, sia per uscire a saltare nelle pozzanghere di fango che per stare in casa a saltare nella vasca da bagno se fuori c'e' il sole. Vanno bene quelli qualsiasi, non crediate che se spendete 30 euro per quelli di Topolino saranno piu' apprezzati dal bambino rispetto a quelli del Lidl senza niente.
- ombrellino (pero' verificate se la mamma della creatura sia abbastanza grande per non darlo negli occhi agli altri)
- un pacco di cannucce da 100 colorate: misteriosamente irresistibili e men contundenti delle bacchette dello Shangai
- torce elettriche a luce fissa o a luce effetto strobo, tra l'altro ottime anche  per giocare a far le ombre sui muri ( senza diventare dei geni delle ombre cinesi, potete ritagliarle dentro fgli di carta di recupero e piazzandole davanti alla lucetta al buio avete la vostra forma luminosa sul muro a costo zero)
- una confezione di cerotti (tutti regalano sempre il kit da dottore ma scartare i cerotti e' la vera figata)
- campanelli (abbastanza grandi da non essere ingoiati se il destinatario ha men di due anni)  e maracas
- una mini scopa
- un mini mattarello (x il pongo, la pasta al sale, la pasta della pizza o semplicemente far finta su un fglio di carta su cui e' disegnato una pizza)
- pongo
- gessi grossi per disegnare sull'asfalto nei parchi pubblici (qua lo fan tutti, in Italia nn so)
- un pacco di palloncini e una pompetta  x gonfiarli onde evitare cedimenti polmonari ai genitori
- elastici per capelli colorati grandi
-  un paio di forbici (chiedete alla mamma per valutare la capacita' della creatura)
- un mazzo di settimanali patinati colorati vecchi da tagliuzzare o strappare
- un cellulare rotto (rimuovete la batteria) (le mie ne hanno ormai collezionati una decina e li usano tutti)
- una borsetta da grande non troppo grossa con la tracolla corta o scorciata o con i manici
- uno zainetto
- un cappello da adulto troppo grande e in generale una scatola di accessori (occhiali da sole, guanti, sciarpe, parei, braccialoni di plastica) o abiti vecchi senza guarnizioni che possano rompersi di perline, catenelle, borchie con cui lasciarli giocare vicino a uno specchio.
- un rotolo di alluminio (chiedete alla mamma se la creatura non c'e' il rischio che metta in bocca le palline)
- una clessidra di plastica
- puzzles su cubi anziche' su tessere di carta: piu' duraturi e soprattutto ci si puo giocare come costruzioni ltre che a comporre la figura
- lavagnette magiche (tanto la penna si rompe sempre, quindi nn c'e' rischio di doppioni), piccola da viaggio e' il regalo salva aereo
- lavagnette magiche ad acqua (non si rmpe ma le penne ad acqua si rovinano con l'uso, per cui son sempre benvenute)
- matitoni lavabili  e fogli di carta
- stickers
- una palla (anche di quelle da spiaggia gonfiabili trasparente)
- il caleidoscopio
- zufoli di carta
- spazzolini da denti colorati (anche qua se ne perdono sempre e si rovinan in fretta)
- un pacco di riso soffiato (accompagnato da una  bacinella infrangibile o da un secchiello, anche qui da verificare con la mamma che la creatura nn rischi di soffcarsi mettendone in bocca troppi)
- qualsiasi libro di herve' tullet e qualsiasi bel libro per bambini (Graziana ve ne segnala solo di ottimi)..e ricordate che i libri per bimbi usati fanno lo stesso mestiere di quelli nuovi,  spesso se ne trovano in perfette condizioni sia nei negozi e sulle bancarelle di seconda mano come su amazon! (lo stesso vale per gli albums di stickers, che normalmente costan almeno 4 euro in edicola)

infine un appello: quando i bambini mangiano cibi zuccherati diventano felici e gasati come noi adulti sotto l'effetto di alcool o droghe. Percio' quando l'effetto finisce il bambino ne vuole ancora, ancora, ancora, e se non ne riceve, diventa una belva insopportabile. Ogni anno dopo il 6 gennaio milioni di genitori nel mondo devono affrontare la disintossicazione dei loro pargoli che diventano dei teppisti fino a che non si sono ripuliti. Percio' mettetevi una mano sul cuore e non regalate cioccolato, torte, torroncini, biscottini cioccolatosi etc, perche' tanto una volta in casa i nani li annusano peggio che i cani anti narcos e non danno pace ai genitori finche' non sono consegnati e divorati.
GRAZIE

21 comments:

  1. Non ci credo che dai il via libera alle maracas! Quelle ti entrano nel cervello...
    Per il resto viva Tiger! È tua quella catena? 😜
    Mariantonietta

    ReplyDelete
    Replies
    1. Mari la maracas e il campanello non e' rumore elettronico e richiede attivita' fisica da parte del bambino molto maggiore che pigiare un bottone,,,nessuna ha mai suonato le maracas piu di dieci minuti di fila,mentre coi bottoni posson andar avanti ore!! W tiger!!

      Delete
  2. haha, stavo leggendo il tuo post in tutta fretta (ora di pranzo, ospiti..sai com'è) perché ho un orso gigante arrivato dalla Polonia tre anni fa che non so ancora dove mettere, e ad ogni gioco da te nominato dagli stivali agli spazzolini ripetevo sorridendo "pure io, pure io regalo 'ste cose", poi ho letto il mio nome e mi sono emozionata ancora di più, mi è sembrato proprio di stare a parlare con te. Baci e buon anno!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Anche il mio orso gigante da mezzo metro cubo e' arrivato da smyk tre anni fa...scommetto che e' il gemello del tuo!!!

      Delete
  3. Condivido! Io regalo calzini con disegni strani, che fanno ridere, e giochiamo a metterceli come guanti, para orecchie etc. E poi anche colori per quelli dai 3-4 anni in su, che disegnare fa sempre bene, e infatti mi porto sempre appresso carta riciclata. Oggi la felicità di mio nipote di 4 anni (che quindi non si mette più in bocca niente) è stata una miniscatolina con dentro 3 paillettes, e quelle minidecorazioni a forma di: luna, fiocco di neve, occhio.

    ReplyDelete
  4. Quest'anno alla Belva è arrivata una mini chitarra e al Vitellino un tamburo...sì, siamo masochisti!!!!
    Da noi vanno alla grandissima anche i puzzle, la Belva li adora e unendo l'utile al dilettevole le sto prendendo quelli degli stati/continenti, ho già Africa, Francia, Italia, Europa. Se le chiedi dov'è il Malawi te lo sa dire!!!!!

    ReplyDelete
  5. Anche bea ha ricevuto (da me) la chitarrina che va ad aggiungersi agli altri strumenti xo secondo me tamburelli nacchere pianole sono I genitori che devono decidere se immolarsi, meglio nn glieli regalino estranei magari all'eta' sbagliata.puzzles di brutto pure qui ma la piccola ammolla di saliva le tessere della grande, cosi come pure I chiodini sono stati un successo ma devo star li io mentre ci gioca la grande x evitare che la piccola se li ingoi..siamo nella fase che I giochi x bea devono cmq essere a prova di alice!

    ReplyDelete
  6. Ceci se hai whatsapp ti mando video di bea nl suo tipico outfit punk: mutande a disegnini in testa tipo bandana, calzini a pallini come guanti e gonna a fiori

    ReplyDelete
  7. Credo di essere rimasta l'unica expat al mondo senza whatapp, ho solo hangout!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Io ho ceduto allo smart phone a maggio, perche' qua te lo tirano davvero dietro..15 euro al mese telefono traffico e intetnet incluso( Non iphone xo')

      Delete
  8. stupendo!!! difatti anche pupone si diverte con tutto ció che: é mio, era mio, diverte me, uso io. quindi alla fine, macchine a parte, si diverte con quel che trova. maledetti peró i videogiochi che qui usano anche in culla!!! come i chuches, le caramelle che fra un pó le spacciano anche a scuola :(((

    ReplyDelete
  9. Io (sorpresa sorpresa) sono una grande fan del regalare libri... specie in quelle case in cui so che ai genitori magari non verrebbe in mente! Metti che é il primo mattoncino per fare del pargolo un lettore... ;)

    ReplyDelete
  10. Io di solito regalo solo libri, ma i tuoi suggerimenti sono grandiosi. Infatti quest'anno D ha ricevuto un nuovo paio di "stivalini".
    Per i 3/4 anni suggerisco il memory: se ne trovano parecchi printables e in pochi minuti sono pronti.

    ReplyDelete
  11. New entry di oggi: le ice hanno scoperto la lente d'ingrandimento!!!

    ReplyDelete
  12. Mi sa che i miei nani sono più grandi delle tue. Se ho ben capito direi che il mio piccolo è coetaneo della tua grande o giù di lì'.
    Quindi alcune delle cose che elenchi per noi sono superate, altre non sono mai andate di moda ed altre ancora, nel nostro caso, sono sempre state percepite come strumenti indispensabili ma niente di più (leggi gli stivali di gomma, necessari per divertirsi a scorrazzare nei campi ma privi di interesse proprio)
    Altri no: il caleidoscopio per esempio incanta ancora tutti, mamma compresa ed è una gioia immensa vedere due testoline affiancate, chine sullo stesso libro, mentre il grande, tronfio, legge la storia al piccolo.
    I miei figli, come molti credo, hanno ricevuto moltissimi regali quest'anno, anche troppi, molti erano azzeccati, alcuni sono stati delle autentiche scoperte, altri invece, decisamente non hanno colto nel segno.
    L'unica cosa che mi sento di dire è che se proprio uno non può fare a meno di prendere un oggetto "di moda" è bene che verifichi se il destinatario, è coinvolto nel tam tam mediatico, altrimenti spreca tempo e soldi (e riempie le case altrui di plastica inutile).

    ReplyDelete
  13. approfitto di questo tuo post che mi aiuterà a scegliere fra i vari cadeaux de naissance (cose semplici e genuine!) che mi attendono, per augurarti, augurarvi un buon 2014. vale tlse

    ReplyDelete
  14. Molte delle cose che nomini per noi non sono ancora adatte, ma in generale condivido. Soprattutto io odio tutti i giochi di pura plastica!
    Quanto a zucchero e cioccolato, temo che siano anche la causa della difficoltà a dormire del nano durante queste feste!

    ReplyDelete
  15. utilissimo! me lo tengo come memo al prossimo regalo. Anche gli stickers piacciono un sacco e costano poco - poi il divertimento e' anche per la mamma, quando vaga di finestra in finestra per staccarli ;)

    ReplyDelete
  16. ciao a tutte e a ciacco 29; sia chiaro questo e' un elenco del 'meglio" come regali value for money con cui han giocato le mie figlie, non e' esaustivo ne' per loro ne' per tutti i bambini ed e' legato certamente alla loro eta'(la grande ha 3 anni e 4 mesi) pero' mi piaceva l'idea di mettere ner su bianco un po' di idee soprattutto a chi ha da far regali e bimbi non ne ha o non ne ha ancora o hanno gia' 20 anni e la memria e' arrugginita!

    ReplyDelete
  17. Dopo le costruzioni credo che la torcia sia stato il regalo più apprezzato dai miei due birbi!!! L'ombrello e le galoche le metterebbero sempre, sempreeeeeee!

    ReplyDelete
  18. mia sorella provava una gioia immensa nel regalare tamburi, chitarre elettriche (giocattolo, ovvio), trombette... fortuna che il Natale si festeggia a casa dei miei genitori, una casa grande in cui questi regali si finiva sempre col DIMENTICARLI in qualche sgabuzzino o sotto un letto!!!!!!!!!!!!!!

    ReplyDelete

Si elemosinano commenti da chi ha un briciolo di tempo in piu'

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...