19.8.14

Varsavia, o cara.

"piacere di vederti"
I rientri dalle vacanze si sa come sono: l'Himalaya di panni da lavare, i moscerini che non si sa da dove saltano fuori ma ronzano nello stesso angolo di cucina appena mi allontano, un imminente cambio di stagione negli armadi a rischio slavina ogni volta che si aprono per lanciarci dentro il contenuto appena emesso dal passaggio valigia - lavatrice - asciugatrice, un salto all'ikea per riorganizzare l'esplosione di giocattoli e la conseguente nevicata di polistirolo in ogni dove.
Ma in realta' in questi giorni penso molto e scrivo poco per altre ragioni.
Varsavia per motivi storici noti non ha retto i secoli come citta' bellissima, ma non smette un attimo di impegnarsi a tornarlo: mi sono allontanata tre settimane e nel frattempo ci sono nuovi negozi, nuovi bar, una cioccolateria, nuove installazioni, nuove mostre, nuovi playground.
Solo se fossi una studentessa erasmus senza fidanzato, senza lavoro e senza bisogno di dormire molto, ce la farei a vedere ogni giorno e ogni sera meta' di quello che questa citta' in vibrazione costante offre.
Percio' mi destreggio come posso e cerco di recuperare almeno l'imperdibile.

Intanto che cammino, questo rientro e' pieno di volti amicizie consolidate e incontri nuovi.
Condividere la mia casa, la mia citta', il mio tempo, con le persone che mi sono vicine nel cuore, e' per me una delle massime gioie e sicuramente corrisponde al mio concetto di lusso estremo: un abbraccio con un amica dal vivo vale mille diamanti, sempre e comunque.
In questi giorni ci sarebbe stata qui anche lei, la mia amica dei tempi del paesello francosvizzero.
La giostra del destino ha tolto a me questa gioia di riabbracciarla ma ha dato a lei la benedizione di uscire fuori da un incidente automobilistico senza conseguenze che non saranno risolvibili, anche se ci vorra' tempo.
Nel contempo, un'amica mai realmente abbracciata prima che ha scommesso su di me il tempo ed il costo di un volo aereo, e' un regalo che mette alla prova del fuoco ancora una volta i timori ed i valori su cui gira la mia dimensione da espatriata.
E altre nuove persone e le loro storie da scoprire e la speranza che siano il preludio a lunghe amicizie, indenni ai kilometri e ai fusi orari della mia vita.

Mentre sono felice e grata di questa vita varsaviese, dentro di me duellano la tristezza di sapere che mi attendono inevitabili arrivederci e la consapevolezza che non posso essere triste, se voglio riuscire a guardare negli occhi Lena, che in questo momento ha il suo unico figlio al fronte e il marito in allerta di richiamo.

24 comments:

  1. E' stato bello conoscersi, è stato bello condividere un pezzetto della tua vita, una "giornata tipo" con le tue bimbe, è stato bello scoprire Varsavia. E' stato "istruttivo" conoscere Lena e sapere cosa sta passando perché sono questi incontri che ci ricordano quanto siamo fortunati e ci rivelano una parte di mondo che anche se sappiamo, continuiamo ad ignorare

    ReplyDelete
    Replies
    1. il tuo post mi ha commosso, anche per il fatto che senza metterci d'accordo lo abbiamo scritto in contemporanea.
      a presto, amica mia!

      Delete
  2. Vengo qua dopo essere passata da Aver. Quanto siete belle. Mi dispiace per Lena, Ha ragione il Papa. Stiamo dentro la terza guerra mondiale spezzettata, troppi fronti si sono aperti in pochi mesi. Un abbraccio.

    ReplyDelete
    Replies
    1. ciao Speranza, vedro' Lena domani e con il nostro rituale caffe' mi dara' nuove notizie...vi terro' informati, mi fa piacere pensare che anche se non la conoscete potete immaginare questa donna bella dentro quanto fuori e attraverso la sua storia sentire anche voi, come sento io, quanto anche questa guerra sia assolutamente non necessaria, se i capi di stato fossero capaci di sedersi ad un tavolo e risolvere le cose senza met

      Delete
  3. Non mi incuriosiva molto la Polonia, ma a leggerti inizio a pensare che forse una capatina la merita eccome!

    ReplyDelete
  4. che bello amica...goditi ogni istante. Credo che Varsavia sia speciale, ma anche tu lo sei...e non so perchè so che ti sentirò dire cose belle molto presto. Begli gli incontri virtuali...
    e purtroppo ognuno ha le sue pene, quelle di Lena sono grandi, le tue sono ugualmente strazianti...datti tempo! tu abbraccio

    ReplyDelete
    Replies
    1. cara Mimma, in questi giorni ti penso spesso perche' immagino i sentimenti che ti aspettano presto da affrontare...siamo fortunate a poterci confrontare ed aiutare tra noi

      Delete
  5. Replies
    1. Pareschi la prossima che voglio abbracciare davvero sei tu

      Delete
  6. In questo post ci sono felicità e tristezza, ma soprattutto c'è il tuo coraggio nell'affrontare una vita che sicuramente è fuori dalle righe. Sono fortunate le persone che posso chiamarti amica.
    Un abbraccio forte

    ReplyDelete
    Replies
    1. This comment has been removed by the author.

      Delete
    2. grazie Eva, sto attraversando un momento complesso e purtroppo non molte amiche lo hanno capito, pero' adesso cerco di pensare solo a quelle che invece hanno colto il mio bisogno di aiuto e mi sono vicine

      Delete
    3. Capita anche a me di non essere capita, di non ricevere appoggio, ma temo non si tratti solo di egoismo. Immagino non sia facile per certe persone capire come cambiano i punti di vista quando si abbandonano le proprie radici. Esistono svariati tipi di lutto, compreso quello per la perdita di un luogo. Non è facile cominciare una nuova vita, perché di questo si tratta, ma tu sei una donna forte e te la caverai bene, indipendentemente dalle amiche che spero sapranno dare il loro contributo!!

      Delete
    4. hai centrato in pieno, sono davvero in grief...e credo nella fase depression, perche' in vacanza mi sentivo piu' tranquilla (bargain)...spero manchi poco all'acceptance perche' ormai e' da inizio marzo che dura :-D

      Delete
  7. Che bel post, molto tenero! Ciao ciao Maddalena.

    ReplyDelete
  8. Mi dispiace non esser riuscita a vederci a Barcellona, vacanze movimentate, e rientro dalle vacanze più o meno come il tuo domani, esplosione della lavatrice in primo luogo!

    ReplyDelete
    Replies
    1. dont worry, prima o poi in qualche angolo di mondo ce la faremo!

      Delete
  9. Ehi, ciao! sto dall'altro capo del mondo con whatsapp fuori uso, però ti mando abbracci tanti! <3
    E.

    ReplyDelete
    Replies
    1. sei tornata in australia ele??

      Delete
    2. No, stavolta Sol Levante <3

      Ho ancora Whatsapp scassato, eh...

      Un abbraccio forte e tutti voi!

      E.

      Delete

Si elemosinano commenti da chi ha un briciolo di tempo in piu'

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...