14.4.15

In incognito

Dopo i primi encounters con americani e anglosassoni non europei in questa a menissima citta', mi sono resa conto  che in quanto essere umano di sesso femminile senza un lavoro ne' un biglietto da visita che attesti una qualche professione (acchiappafantasmi, lettrice di tarocchi, organizzatrice di frigoriferi, tutto vale in America), se salta fuori che sono una madre, la conversazione volgera' al termine nel giro delle prossime tre domande
- come si chiamano i tuoi bambini (che tanto poi nessuno lo capisce, e tutti lo dimenticano subito)
- quanti anni hanno (domanda strumentale allaseguente)
- a che asilo vanno e che scuola andranno (per accertare in un botto solo in che zona vivi, se vanno alla pubblica, se spendi per privata e quanto spendi e se hai la scuola come benefit da expat o meno)
Nel caso dichiari il mio stato interessante  arriva la domanda bonus:
- in che ospedale partorirai (cosi' si capisce se hai l'assicurazione fighissima, figa o media)
FINE
Ma fine sul serio.
A meno che l'altra meta' del dialogo sia un' altra mamma con bambini in eta' compatibile,  lieta dopo aver appurato la veridicita' della mia motherhood, di raccontarmi tutta la schedule di nanne, cacche, pipi' e attivita' interessantissime e vuoi vedere milleseicentofoto sull'Aifon.
E li' sono io che dopo dieci minuti di comparazioni fecali crollo e cerco il modo di chiudere il discorso.
Ora che ho capito il barbatrucco, quando mi presento in nuovi giri nei quali capito priva della presenza delle Ice, butto li' solo Valentina, sono Italiana, sono a Houston da quattro mesi dopo aver abitato in vari posti in Europa.
Cosi' scattano domande di ogni tipo, dalle piu' ovvie (come si fa il tiramisu' veramente, di che parte dell'Italia sei originaria? Toscana! Adoro/Ho sempre sognato di andare in Toscana. Pero' vivevo a Torino e poi vicino a  Milano. Ah Torino! Sciare, le Alpi! Ah Milano, la moda! E poi dove sei stata? Ah Ginevra! Ah la Francia! Ah la Polonia ho sentito dire che ora Varsavia e' cool come Berlino) alle meno (quanto costa l'universita' in Europa? Ma Putin invadera' le Repubbliche Baltiche? Le tasse sono piu' alte? E' vero che tutti si possono curare?)
Il fatto che abbia davanti una panza di 24 settimane non e' un fattore rilevato, perche' ci sono intorno a me sempre almeno altre 2 persone piu' voluminose.
Per cui mi immagino poi
Sai oggi ho conosciuto una Italiana, qua da poco, tondetta, mi ha raccontato un mucchio di cose interessanti.
Beh per forza e' tonda, gli italiani mangiano la pizza tutti i giorni!
L'unico problema e' che al secondo invito
Ciao, vieni con noi alla brasserie bohemienne,
devo rispondere
Ehm, sono kindergardenless per tutto il mese, mi faccio viva appena risolvo. 
Ah...ah ok.
E quindi solo tra un mese sapro' cosa diverra' di queste prime amicizie scattate il mese scorso.

 


21 comments:

  1. "Come si fa il tiramisù?" è una domanda fantastica! Anche se io non ne ho la minima idea! 😁

    ReplyDelete
    Replies
    1. Io ho imparato a farlo ormai sopra i trenta per i miei amici polacchi, figurati!

      Delete
  2. Tiramisù? Ottimo, ma io farei propaganda per il bunet! :D
    Cari abbracci!
    E.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Sul Bunet sono anni che faccio enormi difese a spada tratta ma me lo rimbalzano sempre come 'Ah, e' un pudding", sti ignoranti!

      Delete
  3. Si direbbe che queste persone tendano a ragionare un po' per compartimenti stagni, ma forse si tratta solo di trovare la giusta via per navigare attraverso gli scogli dei diversi schemi mentali.
    Solo che, ecco, mi ha molto colpito il fatto che una, come mamma, non sia percepita come una persona "interessante" al di là della sua maternità e quindi per chi condivide l'esperienza. Insomma magari non è stato facile superare l'idea che se non lavori/non produci/guadagni vali meno e questo modo di fare rischia di risospingere in quella direzione. Pensavo che questa tendenza non essitesse negli States ecco. Sono proprio provinciale

    ReplyDelete
    Replies
    1. ecco, mi immagino se una fanciulla arriva qui non allo stadio di pace interorie che ho raggiunto io dopo tutti questi anni, ma appena dopo aver scelto di smettere di lavorare per seguire all'estero l'amato bene e magari e' pure in attesa o a pargolo piccolo, dev'essere psicologicamente pesante. Sicuramente qua la la mentalita' lavoro quindi esisto e' una delle piu' diffuse.
      Non sei provinciale, te che vieni dal Caput Mundi, suvvia!

      Delete
    2. (che per me non e' Roma :-D, W il Granducato sempre!)

      Delete
  4. Brava Vale, cerca di confonderli!! Io ci aggiungerei anche un po' di mistero: quando ti chiedono dove hai vissuto allora, tu: mah... qui e lì... alle volte sotto le alpi, altre sopra... paesini e centri storici... parlamenti europei ... :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. si ma poi non esageriamo col mistero senno' si spaventano e chiamano la security!

      Delete
  5. Wow addirittura sanno che a Torino ci sono le Alpi! Pensavo che a malapena ne sapessero il nome :D
    secondo me l'hai scritto di getto ma nessuno te l'ha mai detto ehehe.

    ReplyDelete
    Replies
    1. anche a me questa cosa ha stupito, specie perche' in Europa se dico Torino al 99% mi dicono Ah! Juventus Del Piero Baggio. Evidentemente ne sanno piu' di sci che di calcio!!

      Delete
  6. Non stupirti del tiramisù, ho parlato con americane che facevano uno "stupendo tiramisù" e usavano il Philadelphia e\o non mettevano le uova -.-

    ReplyDelete
    Replies
    1. in francia (nel 74esimo dove ero io eh, non oso generalizzare) andava molto il tiramisu' con le fragole al posto del caffe' - bah

      Delete
    2. anche in Germania! e con la panna. Vabbè la panna in Germania è ubiqua.

      Delete
  7. Poi con gli sconosciuti che da subito sai che non diventeranno possibili amici, spara un sacco di scemenze dai ... che hai conosciuto Berlusca, che hai vissuto in Patagonia, che hai 6 dita in un piede, che prima di essere Valentina eri Valentino ... metti alla prova il politically correct!

    ReplyDelete
    Replies
    1. eh ma vedi ste surreal conversations te le puoi permettere in un posto tipo unione europea che nessuno si piglia male e ti segnala...qua se gli dico che sono stramba sono a rischio deportazione!

      Delete
  8. mi fai morire. Anche io subisco molto questa cosa "non lavori, non esisti", ma qui i genitori in congedo parentale sono talmente tanti che se la conversazione non si approfondisce pensano sia semplicemente una di loro. Quanto agli americani: una mia amica bulgara in Michigan nei primi anni duemila si sentì chiedere se era la prima volta che vedeva un computer...dopo che lei stessa ne aveva chiesto uno per poter leggere le sue mail!!!

    ReplyDelete
  9. Troppo divertente..............una mamma in incognito.......che però è anche un avvocato in incognito......che non si lascia scoraggiare e trova sempre una soluzione.............Grande !
    Secondo me sono andati su Google a cercare Torino per sapere che ci sono le Alpi.........:)

    ReplyDelete
  10. Se ho capito bene viviamo vicine di casa. Ci possiamo sempre incontrare. Niente cacche e simili giuro.

    ReplyDelete
    Replies
    1. ho cercato la tua mail ma al terzo tuo blog mi sono persa dietro alle recensioni :-D scrivimi tu valentinavaselli chiocciola gmail punto com :-D

      Delete

Si elemosinano commenti da chi ha un briciolo di tempo in piu'

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...